Posts Tagged ‘comune’

24° Consiglio Comunale

27 maggio, 2015

Il giorno 27/05/2015  dalle ore 18:30 è convocato il 24° consiglio comunale di Villafranca. Per la trattazione dei seguenti argomenti:

  • Comunicazione: riaccertamento straordinario dei residui al 1 Gennaio 2015, ex art. 3, comma 7, d.lgs n. 118/2011. Variazione al bilancio provvisorio;
  • Approvazione verbali della precedente seduta del 24/04/2015;
  • Approvazione piano finanziario 2015 per la gestione del servizio dei rifiuti urbani;
  • I.u.c. imposta unica comunale: approvazione tariffe tari 2015;
  • Approvazione di variante urbanistica al piano regolatore generale per l’individuazione di aree per attrezzature pubbliche con superficie inferiore ai 10.000 mq. Nuova area servizi in z.t.o. f02 – scuola d’infanzia

23° Consiglio comunale

24 aprile, 2015

Il giorno 14/04/2015  dalle ore 18:00 è convocato il 23° consiglio comunale di Villafranca. per la trattazione dei seguenti argomenti:

  1. APPROVAZIONE VERBALI DELLA PRECEDENTE SEDUTA DEL 31/03/2015
  2. APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DELL’ESERCIZIO FINANZIARIO DEL 2014
  3. MAPPE DI VINCOLO E LIMITAZIONI RELATIVE AGLI OSTACOLI ED AI PERICOLI PER LA NAVIGAZIONE AEREA

Arena di pace e disarmo

25 aprile, 2014

Vi presentiamo il video della conferenza stampa organizzata da Francesco Badalini del movimento Decrescita Felice di Verona che ringraziamo insieme ai relatori.

Fra i temi discussi si è parlato di dove investire i soldi risparmiati dal disarmo: agricoltura biologica, cibo buono e giusto, sociale, alternative alle grandi opere, efficientamento energetico e bioeconomia.

Presenti in sala gli interventi di:

arenapace_1

Lo stato delle acque in provincia di Verona

2 febbraio, 2014

L’acqua è un bene da preservare con atteggiamenti virtuosi pubblici e privati.

L’acqua potabile, e cioè con caratteristiche organolettiche tali da renderla adatta all’uso umano,non è illimitata. Acqua pulita e biodiversità sono e devono restare beni comuni. Senza la tutela della biodiversità i costi della purificazione con i mezzi bio-tecnologici (depuratori, ecc.), diventeranno sempre più insostenibili per la comunità umana e anche per l’agricoltura, che hanno bisogno di acqua pulita.

Si evidenzia sempre più la necessità di riunire tutti gli elementi conoscitivi in una unica banca dati, con informazioni chiare e leggibili, a cui possano accedere tutti: tecnici, ricercatori, medici, ispettori e privati cittadini.

A breve tutti i video degli interventi:

Luca Cecchi per comitato Acqua Bene Comune Verona:

Tiziano Quaini per Associazione Veneta dei Produttori Biologici:

Giampaolo Velo per ISDE Verona Associazione Medici per l’Ambiente:

Giovanni Beghini per ISDE  Verona Associazione Medici per l’Ambiente:

Rassegna dei casi di inquinamento nelle acque sia superficiali che profonde a Verona e Provincia – Lorenzo Albi, Presidente Legambiente Verona:

Modello idrogeologico del sottosuolo, con particolare riferimento a Verona e provincia – Mirco Meneghel, geografo e geologo dell’università di Padova:

Rapporto fra inquinamento e tutela della biodiversità – Braioni Maria Giovanna, biologa, prof. senior dello Studium patavinum, Università di Padova. Michele Dall’O’, PhD Modellistica Matematica dei Sistemi Ambientali:

Il sistema di approvvigionamento provinciale, le variazioni nel tempo della qualità delle falde, i controlli dell’Ente Gestore, i punti di criticità – Mario Dal Grande – Acque Veronesi:

Incidenza dei fitofarmaci nell’inquinamento delle acque sia superficiali che profonde – ARPAV:

I problemi di salute pubblica, i punti di criticità e le proposte di miglioramento – Massimo Valsecchi, Direttore del Dipartimento di Prevenzione ULSS 20:

Sostenibilità tecnica, economica ed ambientale nel trattamento e gestione delle acque reflue – Ing. Francesco Fatone, PhD Dipartimento di Biotecnologie dell’Università di Verona:

Buona visione!

Confronto candidati sindaci organizzato da AIV

16 maggio, 2013

15/05/2013 Vi lasciamo il video integrale del confronto candidati sindaci che si è tenuto ieri sera all’Auditorium, organizzato dall’Associazione Imprenditori di Villafranca AIV  che ringraziamo.

Confronto candidati sindaci organizzato da AIR Villafranca

11 maggio, 2013

10/05/2013  Abbiamo partecipato e filmato il confronto sui candidati a sindaco per Villafranca organizzato da AIR Villafranca che ringraziamo.

Vi lasciamo al video integrale della serata:

Si! Siamo sempre noi!

10 maggio, 2013
gruppovillavirtuo

Composizione della lista:
Candidata Sindaco:  SILVANA BICEGO

CANDIDATI IN LISTA:
Bernabè Simone, Della Valle Giuseppe, Mastrodonato Luca
Martino Roberto, Zulian Nadia, De Berti Francesca
Barzacola Novella, Serpelloni Mariapia, Vallan Sara
Garagna Florian, Coltri Enrico Maria, Mondini Giovanni
Occhino Diana, Turina Antonio, Di Giovine Elia
Montresor Ivan, Magagnoti Stefano, Samsa Massimiliano

1) AMBIENTE
Riqualificazione, tutela e aumento delle aree verdi sul territorio comunale.
Parco del tione.
Stop definitivo al consumo del territorio.
Incentivo a ristrutturare e riqualificare aree dismesse.
Strategia Rifiuti zero.
2) SALUTE
Monitoraggio dei campi magnetici provocati dalle antenne telefoniche installate sul territorio comunale.
Monitoraggio della qualità dell’aria tramite installazione da parte di ARPAV di centraline fisse per il rilevamento di PM10 ,PM 2,5.
Incentivo alla conversione all’agricoltura biologica e creazione di una filiera che coinvolga anche le mense sulle strutture pubbliche.
3) MOBILITA’
Piano di studio del traffico con prorità per la mobilità dolce pedonale e ciclabile.
Incentivi alla mobilità pubblica e ai collegamenti fra le varie forme di trasporto (Treno, Autobus, Bici)
Abbattimento delle barriere architettoniche per i disabili.
Sviluppo di reti di piste ciclabili protette estese a tutta l’area urbana ed extraurbana.
Istituzione dei parcheggi per le biciclette nelle aree urbane
Incentivazione dei mercati locali con produzioni provenienti dal territorio
4) ENERGIA
Piano Energia Comunale con priorità per la riduzione, efficienza dei consumi, produzione energia da fonti rinnovabili e coogenerazione.
Analisi dei consumi delle strutture pubbliche.
Pubblicazione dei consumi pubblici su sito web.
Sportello assistenza cittadino su situazione incentivi e normativa per energie rinnovabili.
5) AMMINISTRAZIONE E CITTADINI
Democrazia diretta con referendum abrogativo, consultivo, propositivo senza quorum e vincolanti.
Obbligatorietà della discussione in sala consiliare di istanze e petizioni presentate da cittadini e associazioni.
Pubblicizzazione online delle delibere comunali almeno un mese prima del passaggio al consiglio comunale per ricevere i commenti dei cittadini.
Trasparenza delle informazioni pubbliche con pubblicazione dei dati sul sito web del comune attraverso il sistema di “Open Data” e “Open Municipio”.
Introduzione di software e soluzioni Open-Source come Linux.
Accesso internet gratuito nella sede comunale, nelle delegazioni (Dossobuono etc.), nei centri sociali, nelle sale civiche e in tutti i centri di aggregazione giovanile.
Piano comunale di accesso internet attraverso la tecnologia WiMax su tutto il territorio.
Filo diretto di domande e relative risposte tra cittadini e Amministrazione sul sito del comune e tramite apposito ufficio.
6) ECONOMIA E SVILUPPO
Azione programmatica per un percorso normativo che riporti Acqua e Gas in gestione completamente comunale con l’istituzione di strumenti che permettano ai cittadini di esercitare l’attività di controllo e monitoraggio.
Adozione della tariffa puntuale sul secco non riciclabile seguendo la regola chi più ricicla meno paga.
Analisi bilanci delle partecipate (aeroporto, acque veronese, agsm etc) e stipendi consigli di ammistrazione
Istituzione e promozione di un gruppo di acquisto solidale nell comune.
7) ISTRUZIONE E CULTURA
Istituzione della Pro-Loco di Villafranca di Verona con ufficio dedicato a informazioni di carattere turistico, commerciale e culturale in contatto con le varie realtà gastronomico-culturali del territorio.
Ripristino attività del Teatro Verdi.
Valorizzazione del castello con eventi a tema, cinema, concerti.
Centro giovanile.
8) PARI OPPORTUNITA’
L’introduzione di una figura denominata “maggiordomo aziendale e/o comunale”

Trentatreesimo Consiglio Comunale

30 aprile, 2011

Ordine del giorno:

1. ESAME INTERPELLANZE ED INTERROGAZIONI
2. RICHIESTA APPOSIZIONE TARGA ALL’EX TIRO A SEGNO NAZIONALE PRESENTATA DALCONSIGLIERE D’ALTO MASSIMO
3. APPROVAZIONE VERBALI DELLA PRECEDENTE SEDUTA CONSILIARE
4. MOZIONE PER LA TUTELA DELL’ISTITUTO AGRARIO DI VILLAFRANCA
5. MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI SIGNORI:ZANOLLI E PIAZZI
MARTARI, TOVO, DAL MASO,ZANOLLI E PIAZZI

6. VARIANTE PARZIALE AL PRG COMUNALE DI ADEGUAMENTO ALL’ART. 4 “AREEAEROPORTUALI” DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO D’AREAQUADRANTE EUROPA, L.R.V. 11/04, ART. 48, C. 1 TER.PIANO DI RISCHIO PER LA TESTATA RWY 04 DELL’AEROPORTO VALERIO CATULLO DIVERONA VILLAFRANCA – D.LGS 96/05 E SS MM. E II. – ART. 707 CONTRODEDUZIONI ALLEOSSERVAZIONI E CONFERMA DELLA VARIANTE.

7. APPROVAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE DI INIZIATIVA PRIVATA IN ZTO C2/10 INVIA GORIZIA IN LOC. ROSEGAFERRO DI VILLAFRANCA DI VERONA.
8. INDIVIDUAZIONE DELLE FRAZIONI NON METANIZZATE AL FINE DELL’APPLICAZIONEDELLA RIDUZIONE DEL COSTO DEL GPL E GASOLIO. AGGIORNAMENTO AI SENSIDELL’ART. 12 COMMA 4 DELLA LEGGE 488/99 E S.M.I. – PROVVEDIMENTI.
9. DETERMINAZIONE PREZZI DI CESSIONE ANNO 2011 DELLE AREE E FABBRICATI DADESTINARE A RESIDENZA, ATTIVITA’ PRODUTTIVE E TERZIARIE
10. REVISIONE ED APPROVAZIONE DEL NUOVO STATUTO COMUNALE
11. APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO PER L’USO DEL GONFALONE E DELLO STEMMADEL COMUNE
12.MODIFICHE AL REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DELL’IMPOSTA COMUNALESUGLI IMMOBILI – ICI
13. MODIFICHE AL REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DELLE MISURE DEFLATTIVE
14.APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO COMUNALE DEL SISTEMA INTEGRATO DEISERVIZI SOCIALI
15. CONSULTA DIVERSE ABILITA’ – SURROGA COMPONENTE
16. APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DELL’ESERCIZIO FINANZIARIO 2010.

Linux Day a Villafranca

26 ottobre, 2008

Sabato 25 Ottobre al binario zero si è svolta la manifestazione che accomuna tutti i lug (linux user groups ossia i gruppi di utenti linux) nazionali. Si tratta di una giornata dove si promuove il software libero con Linux come valida alternativa a Windows. La manifestazione per Villafranca è stata fatta dal Linux Ludus un’associazione culturale proprio della nostra città e si tiene di solito in Ottobre. Quest’anno sono 124 i punti su tutto il territorio nazionale che ne promuovono lo sviluppo.

Perchè scegliere Linux al posto di windows qualche spunto:

1) E’ un software libero con apposita licenza che consente di usarlo, studiarlo, modificarlo e redistribuirlo.

2) Ha ormai un parco software completo e gratuito per soddisfare la maggiorparte delle esigenze d’uso comune (Firerfox per navigare, k3b per masterizzare, OpenOffice corrispettivo di Office etc….)

3) Molti siti sono ospitati su server con sistema operativo Linux anche fra i piu’ importanti tra cui Youtube e Google questo ne risalta le qualità di stabilità garanzia e sicurezza a fronte anche di miliardi di accessi. A maggior ragione, un comune può scegliere di ospitare il proprio sito su un server linux.

4) Linux viene continuamente migliorato attraverso il rilascio di aggiornamenti. Tantissimi sviluppatori (sia privati in modo gratuito, che aziende a pagamento) contribuiscono alla collettività per questo scopo. 

Dalla trasmissione di Report vediamo i vantaggi che ha portato nel comune di Bolzano:

Biasco un italiano di origine svizzera ha fatto una videoguida che ci spiega cos’e’ Linux:

Vodpod videos no longer available.

Bisogna incentivare l’amministrazione pubblica e la scuola ad usare software libero, questa frase riportata dal video penso dica tutto, anche qui l’etica che sta alla base di linux è una cosa importante e da valorizzare.

p.s. Io possiedo un EEEPC di Asus consigliatomi da Carlo un ottimo pc per navigare, scaricare la posta, fare qualche documento e qualche foglio di calcolo aprire file pdf, file compressi, archiviare foto, guardare video insomma racchiude la maggiorparte dei software di uso comune. Cosa piu’ importante ha linux ed è facilissimo da usare. Puoi usarlo senza fili o attaccarlo con il cavo di rete. E quando l’ho comprato per una cifra ragionevole meno di 300 euro la versione con windows presentava un disco piu’ piccolo a parità di caratteristiche, sapete perchè? Andava pagata la licenza a Microsoft.

Ma le banche hanno chiamato il nostro assessore?

3 ottobre, 2008

Lo scorso 21 luglio presentammo una istanza indirizzata all’assessore al bilancio Riccardo Maraia e al sindaco Mario Faccioli. Chiedevamo di conoscere “l’entità e l’importo dei prodotti finanziari derivati a carico del debito comunale“.

Abbiamo atteso il primo consiglio comunale dopo la pausa estiva per ricevere una risposta. Il consiglio c’è stato. Siamo ancora in attesa di replica.

Nel frattempo, lo scorso 15 settembre la situazione è precipitata: i giornali danno notizia del fallimento della banca d’affari Lehman Brother.

E in Italia? Le banche italiane, per recuperare fiducia e credibilità degli cittadini italiani “scottati” dalle vicende Parmalat, Cirio e bond argentini, nel settembre 2003 lanciano l’iniziativa “Pattichiari” per segnalare prodotti finanziari adatti ai cittadini, alle famiglie, alle imprese.

IL GIORNO SUCCESSIVO al fallimento della più grande banca d’affari del mondo è uscito questo comunicato Ansa:

USCITA TITOLI LEHMAN BROTHERS DA ELENCO BASSO RISCHIO PATTICHIARI
In data 15/09/2008 tutti i titoli Lehman Brothers sono usciti dall’Elenco Pattichiari “Obbligazioni Basso Rischio Basso Rendimento”  a seguito della comunicazione della
stessa società di voler depositare la dichiarazione di fallimento (Chapter 11 of the U.S. Bankruptcy Code).

Proviamo ora a rileggere l’articolo di Francesco Bommartini su L’Arena dello scorso 15 agosto con le dichiarazioni l’assessore al bilancio Riccardo Maraia in merito alla nostra istanza (almeno qualcuno l’ha letta in comune!):

(…)
«Se il tasso d’interesse rimane sotto il 5,9 per cento le banche pagano la differenza al Comune. Se il tasso d’interesse viene superato, è il Comune a dover pagare la differenza con l’aggiunta di 3 punti di percentuale. Finora lo swap è stato a nostro vantaggio: abbiamo incassato 178 mila e 240 euro dal 2003. Altri 250 mila euro ce li hanno dati le banche al momento della firma dello swap. Ma se di qui al 2012 le cose si girassero? «L’amministrazione», risponde Maraia, «può recedere dal contratto in qualsiasi momento senza pagare alcuna penale. C’è anche la possibilità di rinegoziare l’accordo. Le banche ci fanno da advisor, cioè hanno il compito di controllare l’andamento dell’operazione e di avvertire il Comune in caso di cambiamenti significativi.
Qualora venisse raggiunto il limite massimo negativo del 5,9 per cento l’amministrazione potrà portarlo al 6,25 per cento».
(…)

Se abbiamo capito bene, circa un terzo del debito del nostro comune (12,5 milioni di euro) è “coperto” da strumenti derivati. Chiedevamo di leggere questi contratti e di sapere se c’era l’intenzione di chiuderli, in considerazione della moratoria imposta dal Governo con un decreto legge di quest’estate.

Ma soprattutto ci stiamo fidando delle banche (sempre quelle del “Pattichiari”) che ci avviseranno IN ANTICIPO se la situazione peggiora!

Rimaniamo in attesa di una risposta. Sperando che non sia troppo tardi.

.

Carlo Reggiani

PS: segnalo che anche Beppe sta parlando di questo argomento

.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: