Posts Tagged ‘sonia alfano’

Proposta di legge di iniziativa popolare “Parlamento Pulito”

10 giugno, 2009

Dal Senato della Repubblica:

Oggi alle ore 14.30 Beppe Grillo sarà ricevuto dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato per discutere della proposta di legge di iniziativa popolare “Parlamento Pulito” che giace al Senato da 18 mesi.

Si può seguire la diretta anche da:

CANALE SATELLITARE DEL SENATO:
– chi utilizza la piattaforma “Sky” e opta per la sintonizzazione automatica, troverà il Senato al canale 525.
– per gli utenti che non utilizzano la piattaforma Sky: Satellite Eutelsat Hot Bird 2 – 13° Est, Polarizzazione Verticale, Trasponder 52, Frequenza 11.766 MHz, FEC 2/3, Symbol Rate 27.500, PID Video 8190, PID Audio 92

e da SKYTG24

Io so… e quindi parto per Roma, piazza Farnese

27 gennaio, 2009


AGGIORNAMENTO (29/01/2009): Guardate le foto della giornataAlbum su Facebook

Io so.
Io so che la criminalità organizzata e la massoneria comandano in Calabria e anche a Roma.
Io so che Luigi De Magistris è stato rimosso dai suoi incarichi a Catanzaro ed espropriato delle sue inchieste per impedire che scoppiasse una nuova Tangentopoli.
Io so che nove miliardi di euro di fondi europei, di cui i cittadini non hanno alcun controllo, finanziano ogni anni le mafie, i partiti e sono all’origine del voto di scambio nel Sud.
Io so che i padri di questa Repubblica, la seconda Repubblica, sono i mandanti morali dell’omicidio di Paolo Borsellino.
Io so che in Parlamento siedono mafiosi, amici di mafiosi, servitori di mafiosi, protettori di mafiosi e lo sanno molte Procure d’Italia, molti giornalisti e anche molti italiani, ma non abbastanza.
Io so che la Procura di Salerno deve essere lasciata libera di indagare la Procura di Catanzaro.
Io so che il tribunale per il Riesame ha dichiarato corretto il comportamento tenuto dalla procura di Salerno e dal suo Procuratore Apicella.
Io so che non esiste alcuna guerra tra Procure, ma una Procura indagata, quella di Catanzaro, e una che ha indagato nel rispetto della legge e dei regolamenti, quella di Salerno.
Io so tutto questo, ma non ho le prove. Solo una montagna, una colossale montagna di indizi.
Io so che Alfano ha il compito di proteggere Berlusconi dalla Giustizia e non la Giustizia da Berlusconi.
Io so che quattro cariche dello Stato sono al di sopra della legge, come neppure i re e i principi del Medio Evo, per non essere soggette alla legge, per non farsi processare, per non finire in galera.
Io so che le cariche dello Stato al di sopra della legge e, quindi, fuorilegge si chiamano, in ordine alfabetico: Berlusconi, Fini, Napolitano e Schifani.
Io so che un giornalista del Corriere della Sera, Vulpio, è stato rimosso dal suo incarico dal direttore Mieli per aver riportato nei suoi articoli i nomi eccellenti delle persone coinvolte dalle indagini in corso a Catanzaro da parte della Procura di Salerno, e tra questi Nicola Mancino, capo del CSM.
Io so che Paolo Borsellino incontrò a Roma Mancino, appena prima della sua morte, e uscì sconvolto dal colloquio.
Io so che Apicella non deve essere rimosso da Alfano, il maggiordomo di Ghedini, l’avvocato di Berlusconi che lo difende mentre percepisce i soldi da deputato della Repubblica.
Io so, e lo sanno in tanti, che la Seconda Repubblica è nata per salvare dalla galera, e forse dalla morte, molti politici contigui alla criminalità organizzata.
Io so che la Seconda Repubblica è nata sulle stragi del ’93 e su accordi occulti.
Io so che Luigi De Magistris va difeso, che Clementina Forleo va difesa, che Luigi Apicella va difeso.
Io so che Napolitano sa, nel suo ruolo di presidente del CSM, ma preferisce voltarsi, ogni volta, dall’altra parte. Dalla parte dei partiti e della tenuta del Sistema.
Io so che ci sono 18 condannati in via definitiva in Parlamento, e un centinaio tra inquisiti e condannati in primo o secondo grado.
Io so che le ultime elezioni sono state illegali e che i parlamentari sono stati scelti dai capi dei partiti a tavolino e che non rispondono agli elettori, ma agli interessi di partito o delle persone che controllano il partito.
Io so che Luigi Apicella non può essere lasciato solo, che non può essere sospeso da nessun politico.
Io so che Luigi De Magistris deve continuare le sue inchieste “Why Not”, “Poseidone” e “Toghe Lucane”.
Io so che Clementina Forleo deve rientrare in possesso dell’inchiesta sull’Unipol ed essere libera di poter interrogare chiunque, anche Massimo D’Alema.
Io so che se la magistratura sarà soggetta al potere politico, se perderà la sua indipendenza, quella che le rimane, per l’Italia non ci sarà nessun futuro e, forse, non ci sarà più neppure l’Italia.
Io so che, per queste ragioni, il 28 gennaio 2009 sarò a Roma alle ore 9, in piazza della Repubblica, insieme all’ Associazione dei familiari delle vittime di mafia, assieme a Carlo Vulpio e Marco Travaglio.
Io so che, per queste ragioni, ogni cittadino italiano dovrebbe testimoniare a Roma con la sua presenza.

Beppe Grillo

Domani saremo presenti a Roma insieme a Sonia Alfano, Serenetta Monti e tanti amici conosciuti durante questi mesi intensi di impegno e entusiasmo.

Ps. Aderite su Facebook alla Manifestazione per la Giustizia a sostegno del Procuratore di Salerno Luigi Apicella

La busta della spesa

23 aprile, 2008

Grazie ai Grilli Siciliani della Lista Sonia Alfano Presidente ho scoperto un altro modo di fare campagna elettorale! Mentre noi “canzonavamo” i vari risotti e aperitivi elargiti da partiti e candidati alla vigilia del voto all’ombra del castello scaligero, in Sicilia si conquistava il voto direttamente con le buste della spesa piene di pasta, insalata e santini elettorali! Per non parlare dei 50-100 euro pagati cash o delle ricariche telefoniche scambiate per una preferenza.

Avendo vissuto l’esperienza dei seggi come rappresentate di lista (segnalo il post di Lorenzo sull’argomento), il confronto con quanto visto nei servizi della trasmissione Exit girata in Sicilia è davvero impressionante!

Grazie Sonia e grazie ragazzi per averci fatto aprire gli occhi. E per fortuna che esiste ancora in Italia del giornalismo che prova a raccontare e denunciare. Buon V2-Day a tutti!

630 Grazie!

16 aprile, 2008

Manifesti al castello

Una esperienza incredibile!

Nel trionfo del centrodestra (15 consiglieri su 20) siamo l’unica voce che ha ottenuto un risultato sopra al 3% con una distribuzione uniforme su tutto il territorio comunale [Risultati VillafrancaDati SindaciDati liste].

Non siamo riusciti ad entrare in consiglio, ma siamo riusciti a parlare delle nostre 5 stelle, dimostrando che una politica diversa si può fare.

Ci siamo fatti conoscere, abbiamo appena cominciato: saremo presenti nei consigli comunali, terremo gli occhi ben aperti sull’operato della nuova amministrazione, informeremo i cittadini e faremo pressione non solo a Villafranca.

Il 25 aprile è vicino e saremo qui!

PS: Complimenti a David Borrelli dei GrilliTreviso [Risultati]! Avrai tutto il nostro sostegno!

ATTENZIONE: se la Finocchiaro (eletta in Emilia Romagna) sceglie il seggio al Senato, Sonia Alfano rischia di entrare in Regione Sicilia!!!!

«Sonia Alfano, candidata presidente e capolista degli “Amici di Beppe Grillo con Sonia Alfano Presidente”, ha dato mandato al prof. avv. Gaetano Armao, del Foro di Palermo, di presentare, nell’interesse suo e dei suoi elettori, una memoria presso la Corte d’Appello di Palermo in merito alla più corretta interpretazione delle norme che regolano l’assegnazione del seggio riservato al capolista della lista regionale risultato secondo, nell’ipotesi di rinuncia da parte della candidata Anna Finocchiaro. (…)» (comunicato integrale)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: