Posts Tagged ‘parco urbano’

L’aeroporto Catullo arriva a LA7 “Gli Intoccabili”… ed è subito scandalo!

3 febbraio, 2012

AGGIORNAMENTO (5/2/2012): ASSUNZIONI PERSONALE Il capitolo assunzioni è uno di quelli già messi a fuoco dalla Procura dopo le dichiarazioni dell’ex consigliere di amministrazione Franco Pennacchia che di questo si occupava. Maresciallo dell’aeronautica in pensione, titolare di un’azienda, è lui che all’inviato di La7 spiega che pretende il 27% di assunzioni. Lui aveva la delega per occuparsi di questo. E negli uffici delle risorse umane nella primavera 2011 arrivavano pacchi di curriculum vitae e segnalazioni, mettendo in grave imbarazzo i funzionari.

AGGIORNAMENTO (4/2/2012): Il procuratore di Verona Schinaia apre un’inchiesta sul Catullo. Consigliere (nonchè capogruppo PDL e primo sostegno della giunta Faccioli) Pennacchia: forse non solo a noi le tue dichiarazioni hanno fatto venire in mente una parola: DIMISSIONI!

L’aeroporto di Brescia è di proprietà  di quello di Verona che a sua volta è di proprietà degli enti locali: Provincia di Verona, Trento, Brescia e dei comuni di Villafranca e Sommacampagna.

Ogni anno Montichiari perde 5 milioni di euro e negli ultimi 10 anni ha prodotto un buco di 90 milioni di euro.

Finiti i contributi per incentivare le compagnie low cost l’aeroporto di Brescia è diventato un fantasma che nell’ultimo anno ha perso 4 milioni 600 mila euro.

Bortolazzi, ex presidente del Catullo, nella sua intervista dice chiaramente che le persone che compongono il consiglio di amministrazione sono nomine puramente politiche che rispondono solo ai partiti di appartenenza.

E Francesco Pennacchia, consigliere nonchè nuovo capogruppo del pdl nel consiglio comunale di Villafranca, rincara la dose affermando che è un obbligo prendere le persone segnalate a seconda delle quote proprietarie dell’ente. Infatti dice:

“La provincia di Verona quanto ha di quote?   il 20…22…23… e il comune di Villafranca quanto ha il 4%? siamo a 27 quindi “NINO”  ìo voglio il 27% delle assunzioni”.

Insomma non c’e che dire: un vero esempio di  trasparenza e meritocrazia! Specialmente alla spalle dei cittadini di Villafranca che da anni non hanno ancora visto un minimo di compensazione ambientale!

Lo scorso 30 Settebre 2011 abbiamo protocollato un’istanza al Comune di Villafranca sull’aeroporto Catullo: sono passati più di 4 mesi e non abbiamo ancora ricevuto risposta!

Caro sindaco Mario Faccioli, invece di mandare le ruspe per togliere un innocuo cartello donato dai cittadini al NOSTRO Parco Urbano del Tione, sarebbe ora che insieme alla tua giunta facessi veramente qualcosa per salvaguardare la salute dei tuoi cittadini. A cominciare dal verde che è sempre poco per tutto quello che subiamo dal traffico di attraversamento sia stradale che aereo (ricordiamoci che la giunta Faccioli per ora ha solo tagliato alberi, vedi via Bixio!).

Abbiamo bisogno di un parco a Villafranca! Un parco fatto di alberi, non di un parco giochi meccanici, notoriamente incapaci di produrre ossigeno e assorbire pm10!

Caro sindaco Faccioli, considerato che come cittadini di Villafranca possediamo (ancora per quanto non lo sappiamo) il 4% di quote della società Catullo, invece delle INUTILI “poltrone”, per una volta vuoi provare ad impegnarti veramente per il bene dei tuoi concittadini e portare a casa qualche compensazione ambientale per la città di Villafranca?

Simone Bernabè e Carlo Reggiani

PS: le elezioni amministrative si avvicinano e un nuovo comune veronese è stato abbandonato dalla “politica”! Un in bocca al lupo agli amici di Gazzo Veronese, ai quali continueremo a dare tutto il nostro supporto insieme ai gruppi di Verona e San Giovanni Lupatoto. Noi non molleremo mai.

Auguri a tutti e buone feste: il nostro regalo ai cittadini di Villafranca

24 dicembre, 2011

Ci siamo fatti un bel regalo!

Grazie agli scout del Masci abbiamo installato un nuovo cartello sull’ingresso del parco da via Calatafimi!

Vi lasciamo con il video della consegna del regalo:

Tanti auguri e buone feste!

PS: appuntamento per tutti i bambini che hanno ricevuto la piantina di quercia dal Comune la prossima primavera per mettere a dimora al parco le piante!

Tione: un amico da rispettare

15 novembre, 2010

AGGIORNAMENTO (24/011/2010): Il Tione lunedì scorso è diventato una concreta minaccia per Villafranca. Vediamo se le nostre richieste di attenzione per il Tione verranno finalmente ascoltate!

AGGIORNAMENTO (19/11/2010): Articolo su L’Arena con le prime risposte dal sindaco Faccioli

AGGIORNAMENTO (16/11/2011): Comunicato stampa del Comitato Parco Urbano del Tione

Da questa estate stiamo frequentando il Parco del Tione e osserviamo con più attenzione anche il corso d’acqua che delimita il parco. Il fiume Tione dei Monti è una risorsa per la nostra città perchè, oltre a garantirci un angolo verde, ci ricorda le origini del borgo ed il suo sviluppo nei secoli.

E proprio durante una passeggiata sul Tione lo scorso settembre Elia Di Giovine (autore delle foto e dell’interrogazione) ha notato vari alberi, anche di grandi dimensioni, franati dalle rive nel fiume in più punti del tratto.

I gravissimi eventi delle scorse settimane che hanno flagellato con inondazioni la nostra provincia (Soave, Monteforte d’Alpone, San Bonifacio), quella di Vicenza (compresa la città capolluogo) e di Padova, ci hanno spinto a presentare una interrogazione al consiglio comunale di Villafranca per chiedere di procedere con priorità ai previsti interventi di messa in sicurezza del Tione.

Interventi per garantire la convivenza pacifica ed il rispetto reciproco tra il fiume e la città. Un rispetto che chiediamo con forza venga rispettato anche nel nuovo piano di assetto territoriale, in discussione per la nostra città. Un rispetto che nella maggioranza dei comuni del nostro Veneto ci si è “dimenticati” di onorare, con i disastrosi risultati che tanti nostri concittadini, ai quali vanno tutta la nostra solidarietà e sostegno, stanno vivendo in queste ore.

Al Signor Presidente del Consiglio Comunale
del Comune di Villafranca (VR)

e  p.c. Al Signor Sindaco del Comune di Villafranca

All’Assessore all’Ecologia del Comune di Villafranca

Al Responsabile della Protezione Civile del Villafranca

Alla Direzione del Co.Na.Gro. di Verona

Villafranca, 10 novembre 2010

Oggetto: Interrogazione al Consiglio comunale (art. 21 dello Statuto comunale e all’art. 47 Regolamento)Emergenza Tione: perchè da anni non viene eseguita la manutenzione del fiume?”

I sottoscritti cittadini di Villafranca,

PREMESSO

–       che le recenti alluvioni del Veneto dimostrano le gravi carenze nella manutenzione dei corsi fluviali,

–       che da molti anni non viene effettuata la manutenzione delle rive del fiume Tione,

–       che parecchi alberi sono caduti nel letto del fiume, anche con le ultime piene, e ostacolano il fluire delle acque, come risulta nelle foto allegate, mentre altre piante di grosse dimensioni stanno per ribaltarsi sulla riva opposta dal lato del sentiero pedonale,

CHIEDONO

* se non si ritiene urgente effettuare la manutenzione lungo le rive del Tione per ripulire il letto del fiume e per eliminare i pericoli all’incolumità dei frequentatori del parco

e

* se si stanno attuando con sollecitudine gli “interventi di mitigazione del livello di piena del Tione” di 300.000,00 euro programmati per il 2010, allo scopo di evitare le esondazioni in via N. Bixio, analoghe a quella che il 18 giungo u.s. allagò mezza città.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: