Posts Tagged ‘lottizzazioni’

Piano regolatore, questo inutile strumento

16 ottobre, 2008

Una domanda mi sono sempre fatto vedendo nuove lottizzazioni nascere, interi complessi residenziali crescere, magari nei posti meno indicati per vivere in un ambiente sano, con servizi poco adeguati in termini di trasposto pubblico, infrastrutture, asili e scuole, farmacie, esercizi commerciali, centri sociali e ricreativi.

Durante la campagna elettorale, distribuendo i nostri volantini, abbiamo potuto visitare bene anche Caluri: nella frazione, schiacciata tra la pista dell’aeroporto, la base militare e la famosa discarica, negli ultimi mesi era nato un intero quartiere residenziale, con alcune abitazioni ancora da consegnare.

Durante la serata organizzata lo scorso 9 ottobre dal Comitato anti-discarica, ho potuto rivolgere quella domanda direttamente all’ex-sindaco Luciano Zanolli:

Zanolli mi ha risposto.

lo si dovrebbe chiedere principalmente a chi mi ha preceduto“, “Nel 2004 c’era una una pietra tombale sulla questione discarica“…

Ma ecco il grande responsabile: “il piano regolatore è del ’94 e nel ’94 c’erano realtà completamente diverse“.

E il nostro attuale sindaco? Dopo aver disertato la serata a Caluri, per coincidenza mi risponde dalle pagine de L’Arena del 14/10/2008 in un articolo sull’inquinamento da rumore provocato dall’aeroporto Catullo: scopriamo che solo ora la nostra amministrazione si sta muovendo, in ritardo di ben 14 anni rispetto alla leggere Regionale del ’94 che imponeva una variante urbanistica al nostro fantomatico piano regolatore per individuare e tutelare le fasce di rispetto nei confronti del rumore prodotto dai velivoli.

Il piano regolatore è vecchio, inutile, superato. Un caso o una scelta politica ben precisa? I cittadini di Villafranca forse meritano qualche risposta.

Carlo Reggiani

PS: Leggete su L’Arena del 14/10/2008 e del 15/10/2008 la situazione dell’inquinamento da rumore e dell’aria provocato dall’aeroporto. Finalmente(!) qualcuno se ne è accorto.

Morire in pausa pranzo

21 agosto, 2008

AGGIORNAMENTO del 22/08

Con grande tristezza le strade di Villafranca fanno ancora un’altra vittima: MUORE UN SEDICENNE di Lugagnano Omar Cordioli. Due fratelli in ciclomotore si scontrano con un furgone. L’incidente stamani a Caluri. Ferita la sorella della vittima, vogliamo tenere aggiornata questa mappa per indicare tutti i luoghi pericolosi di Villafranca se ritenete necessario lasciateci un commento o comunicateci via mail su quali strade, su quali incroci ritenete sia necessario un intervento prima che sia troppo tardi.

Lavoro vicino a casa, in ZAI a Verona.

Lavoro così vicino che farei davvero a meno dell’automobile, ma non esiste alternativa con mezzi pubblici (la linea ATV serve specificatamente le esigenze delle scuole).

Andrei anche volentieri su due ruote, magari con la bici, ma Strada dell’Alpo è di una pericolosità inaudita: stretta, trafficatissima da auto e camion oramai a tutte le ore del giorno, che sfrecciano ben oltre i limiti di velocità soprattutto nella parte villafranchese della strada.

Lavoro così vicino che posso permettermi di andare a mangiare a casa…

Ambulanza, carabinieri… un corpo immobile a terra, coperto da un lenzuolo azzurro con gli infermieri come spettatori.

Non si capiva se a terra era una donna, un uomo… un motorino accartocciato appoggiato ai bordi della strada.

AGGIORNAMENTO: la vittima si chiamava Massimiliano Bordon, 32 anni di Povegliano

Tornando in ufficio il lenzuolo sul corpo ancora a terra era diventato bianco, l’ambulanza non c’era più, sostituita dalla telecamere per il servizio nel tg serale.

Sembra inutile continuare a ripetersi con le denunce dei cittadini sulla pericolosità della strada e la sua inadeguatezza ai carichi di traffico e tipologia di veicoli (dai pedoni e ciclisti agli autoarticolati).

Permettetemi però di denunciare con profonda amarezza e delusione l’irresponsabilità politica di chi in questi anni ha permesso la realizzazione di lottizzazioni e insediamenti ad Alpo e Ognisanti senza preoccuparsi di adeguare le infrastrutture e i servizi PRIMA di procedere con le urbanizzazioni.

.

Carlo Reggiani


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: