Posts Tagged ‘autodromo’

Referendum consultivi a Vigasio? Non si può!

19 novembre, 2008

AGGIORNAMENTO (25/11/2008): Ancora su L’Arena

AGGIORNAMENTO (23/11/2008): Siamo sul blog di Beppe Grillo.

AGGIORNAMENTO (20/11/2008): Articoli su L’Arena

Ieri sera siamo tornati a Vigasio.

Siamo andati convinti del fatto che il sindaco e la giunta, dopo l’incredibile risposta di questa estate alla nostra richiesta di riprendere e pubblicare su internet le sedute del consiglio comunale, avesse cambiato idea.

Abbiamo piazzato la nostra videocamera, ci siamo accomodati per l’inizio dei lavori.

E’ arrivato il sindaco, con il segretario e la vigilessa al seguito, brandendo le fotocopie di un estratto del regolamento comunale nel quale, sottolineate con l’evidenziatore, c’era scritto che era facolta’ del presidente del consiglio comunale (leggi sindaco a Vigasio) permettere o meno le riprese delle sedure del consiglio.

Ci hanno requisito la videocamera, tenuta in custodia sotto chiave dal vigile urbano durante i lavori. Non abbiamo forzato: volevamo assistere alla seduta! E abbiamo fatto bene!

Abbiamo fatto a caldo un’intervista al consigliere della minoranza Cesare Nicolis: quello che e’ successo durante la seduta è di una gravità incredibile.

Alla richiesta di introdurre un regolamento per dar seguito a quanto previsto dallo statuto in materia di referendum consultivo locale ci ha lasciati davvero a bocca aperta.

A Vigasio abbiamo assistito ad un attacco arrogante al concetto stesso di democrazia. Torneremo sicuramente sull’argomento, ma soprattutto tornere a frequentare il consiglio comunale di Vigasio.

Per adesso potete leggere il mio liveblogging con le parole dette dal sindaco. Non ci credo ancora che un sindaco possa esprimersi in questo modo.

Non è una minaccia, ma una promessa.

Buona visione.

Carlo Reggiani

PS: tenetevi liberi giovedì sera. Abbiamo un invito a Nogara!

L’assessore all’ecologia ci spiega come si abbatte l’inquinamento grazie al progetto MotorCity

14 novembre, 2008

highres_6298178

Mercoledi 12 Novembre 2008 abbiamo partecipato come gruppo all’incontro organizzato dal Partito Democratico a tema: “Motorcity, per noi abitanti a Vigasio, sarà sviluppo o solo smog con grave danno alla salute?“.

Su questo blog abbiamo già trattato diverse volte l’argomento: “Oggi ho ricevuto una lettera“, “Grilli al consiglio: operazione Vigasio“, “L’impotenza del sindaco” ,”Le parole sono importanti“, “Il potere dei sindaci” e “Motorcity“.

Il progetto MotorCity è oramai arrivato in porto: è imminente il parere (positivo, qui non ci saranno sorprese) della commissione regionale VIA (Valutazione Impatto Ambientale) per poi arrivare in giunta regionale per l’approvazione definitiva dei 4.5 milioni di metri quadrati di aree commerciali e ricreative.

Alla serata, con il consigliere Cesare Nicolis ed esponenti locali del PD, erano presenti anche amministratori e consiglieri regionali di Lega Nord, PD e PDL. Oltre alla novità della contrarietà della Lega Nord anche a livello regionale (annunciato il voto contrario al progetto in Giunta), abbiamo potuto ascoltare l’assessore all’ecologia Giancarlo Conta (Forza Italia), che si è fatto portavoce del presidente Galan.

Giancarlo Conta, dopo aver raccontato come il Veneto sia all’avanguardia in campo ambientale grazie al gasificatore off-shore e la mega discarica di Sant’Urbano, ci ha spiegato come il progetto MotorCity sia utile per diminuire l’inquinamento dell’aria! Ma lasciamo la parola all’assessore:

La perla più grossa del discorso dell’assessore al minuto 9:

(…) Bisogna garantire che questo posto sia accessibile… e poi non parlatemi di PM10! E’ un argomento che seguo da anni. E’ ovvio che se aumenta il traffico aumentano le polveri. Ma non è diminuendo il traffico che risolviamo il problema: è con gli interventi strutturali. Questo progetto ha tutte le caratteristiche delle costruzioni eco-compatibili. C’e’ tutta l’impiantistica… sono previsti i pannelli solari su tutte le coperture, fonti di energia alternative, tutti gli edifici sono di categoria B, il riscaldamento anche… Questi sono… ma voi sapete cosa inquina di più? Ovviamente il trasporto, il traffico; il riscaldamento inquina per il 42%… le nostre caldaie.. noi abbiamo ancora scuole ed edifici pubblici a gasolio: quelli inquinano! E poi le industrie e poi l’agricoltura. Queste sono le quattro voci… e si risolvono solo ed esclusivamente con interventi strutturali, non bloccando le macchine. (…) Non si risolvono i problemi eliminando il traffico. (…)

Infatti con il Motorcity non eliminiamo traffico, MA NE AGGIUNGIAMO IN QUANTITA’ DA METROPOLI!

Dopo questo discorso pensiamo ci sia poco da aggiungere. Per quanto ci riguarda, da questo blog cercheremo di fare informazione sulle reali dimensioni di questo assurdo progetto che in nome di non chiari interessi economici (Vigasio non è una zona depressa a livello occupazionale ed economico!) mette a rischio la salute di centinaia di migliaia di cittadini trasformando con violenza un’area rurale di pregio.

Vorremmo terminare con una domanda che ognuno di noi dovrebbe porsi: siamo proprio sicuri che la salute di tutti i cittadini e l‘impatto complessivo sul territorio dei comuni interessati da questo progetto (Vigasio e Trevenuolo, ma poi tutta la provincia di Verona e quelle di Mantova, Vicenza, Padova) siano stati inclusi nel piano finanziario di questo progetto?

Sulla nostra WebTV il video integrale della serata.

Vodpod videos no longer available.

Simone Bernabè – Carlo Reggiani

PS: tenetevi liberi per martedì sera!

Lettera da un sindaco

23 settembre, 2008

AGGIORNAMENTO: articolo su L’Arena del 25/09/2008

NEWS: Martedì 30 settembre ore 20:30 sesto CONSIGLIO COMUNALE di VILLAFRANCA – Ordine del giorno. INVITIAMO TUTTI A PARTECIPARE.


Ci siamo sempre chiesti cosa può fare un sindaco di un comune e cosa non può fare, quali sono gli effettivi ambiti discrezionali con i quali poter portare avanti un programma politico per la propria città, il proprio territorio al di là delle sparate della campagna elettorale.

In campagna elettorale abbiamo centrato il nostro messaggio su cosa avremmo potuto fare per la nostra città concretamente con le sole nostre forze di cittadini di Villafranca, senza dover dipendere da organi esterni come la Provincia o la Regione, lontani e indifferenti da logiche di partito e di schieramento.

Ma soprattutto abbiamo promesso ai cittadini di riportarli dentro le istituzioni, nei consigli comunali, per cominciare a riappropriarsi degli strumenti della nostra democrazia e decodificarne insieme i linguaggi. Democrazia è anche poter controllare e giudicare durante tutto il mandato l’operato dei nostri dipendenti nell’esercizio delle loro funzioni, soprattutto quando sono in gioco il nostro futuro e quello dei nostri figli.

Non siamo presenti in consiglio comunale come consiglieri, ma la nuova amministrazione di Villafranca ha capito e appoggiato questo nostro impegno agevolando la nostra azione durante i consigli comunali.

La storia del progetto dell’Autodromo (ora Motorcity) ci ha insegnato che i sindaci possono molto, anche decidere la trasformazione totale del proprio territorio insieme a quello di molti altri comuni anche extra regionali, anche al di fuori di logiche di programmazione provinciali o di osservazioni di altre amministrazioni comunali.

Questa scoperta, rafforzata dalla accesa discussione durante un recente consiglio comunale a Villafranca, ci ha incuriosito: abbiamo voluto andare a conoscere anche i nostri “potenti” dipendenti di Vigasio (principali sostenitori del progetto Motorcity).

Abbiamo presenziato ad un consiglio comunale a Vigasio, abbiamo seguito la discussione, raccogliendone i contenuti. Al termine del consiglio ci siamo presentati al sindaco e agli assessori, manifestando la volontà di replicare l’esperienza di Villafranca videoregistrando e pubblicando sul blog le sedute del consiglio comunale, il tutto eseguito con nostre attrezzatura e senza nulla chiedere all’amministrazione di Vigasio in termini di accesso internet e apparecchiature.

Il sindaco di Vigasio, sorpreso di vedere numerosi “foresti” tra gli spettatori della serata, ci ha salutati cordialmente, con gran sorrisi ci ha stretto la mano. Alla nostra domanda ha risposto pregandoci di inviare una richiesta scritta per poterla portare in giunta; nel frattempo l’assessore alle politiche giovanili ci ha dichiarato la sua completa disponibilità a darci informazioni e supporto.

Qualche settimana fa è arrivata la risposta del sindaco:

Prot. n. 12/102/11.582
Risposta a nota n. //del 28/07/2008 pervenuta al prot. il 12/08/2008

Vigasio, 30 Agosto 2008

Oggetto: Richiesta videoriprese consigli comunali

In riscontro alla Sua richiesta menzionata in oggetto, rappresento che sussistono difficoltà tecnico-logistiche e spese per allestire il collegamento a internet in sala consigliare.

Nel merito, a mio vedere, le controindicazioni sono prevalenti sui vantaggi prevedibili.

Anzitutto, per il principio di cittadinanza attiva, occorre che il cittadini, se è davvero interessato, faccia il sacrificio di recarsi in Comune, ad assistere “dal vivo” al Consiglio comunale.

Peraltro, gli orari sono sempre fissati in ore serali o nella mattinata di sabato, quindi comodi per la cittadinanza.

Inoltre, ai fini della normativa sulla privacy, occorrerebbe preavvisare idoneamente i cittadini della possibilità di essere ripresi e trasmessi. In proposito, temo che tra quelle poche persone di solito presenti alle sedute, qualcuna non si senta più a proprio agio o comunque infastidita dalla possibilità di essere ripresa e rinunci ad assistere.

Senza dire che i vari consiglieri potrebbero essere intimiditi dalla nuova situazione ed indotti a non intervenire, oppure a non esprimersi più liberamente. In tal modo si avrebbe un doppio danno: meno pubblico e meno interventi, nel mentre le decisioni consiliari dovrebbero alimentasi proprio con un ampio e sereno dibattito.

Pertanto, dopo aver formulato e condiviso con la Giunta le valutazioni di cui sopra, NON concedo l’autorizzazione richiesta.

Certa di un’attenta valutazione delle ragioni esposte, porgo distinti saluti.

IL SINDACO
Daniela CONTRI

Oggi ho ricevuto una lettera

12 settembre, 2008

Non mi capitava da parecchio: nella buca delle lettere stamattina ho trovato una bustona gialla con il mio indirizzo scritto a mano.

Giovanni Biasi di Vigasio mi manda la lettera che ha inviato in agosto agli amministratori regionali, provinciali e locali: è un documento-appello contro il progetto Motor City con documentazione fotografica.

Nella busta ci sono anche le osservazioni alla relazione di impatto ambientale inviate in commissione a Venezia e l’intervento che ha fatto al convegno su PAQUE dello scorso 7 luglio. Il tutto a nome suo e del Comitato GENIUS Loci – La Bassa per l’ambiente. Giovanni è anche membro della sezione provinciale del WWF di Verona.

Vi anticipo che sulla questione Motorcity/Autodromo torneremo presto. Anche sull’operazione Vigasio, a dire la verità.

Lascio la parola a Giovanni.

Grilli al consiglio: operazione Vigasio

18 luglio, 2008
Ex scuola media, attuale sede municipale

Ex scuola media, attuale sede municipale

Attirati da un ordine del giorno accattivante (n. 5: APPROVAZIONE VARIANTE AL P.R.G. PER REITERAZIONE VINCOLO PREORDINATO ALL’ESPROPRIO PER ZONA F12 AUTODROMO; n. 6: APPROVAZIONE DEFINITIVA VARIANTE AL P.R.G. N. 22), abbiamo parteciparto al consiglio comunale straordinario di Vigasio di ieri sera.

Avevo con me il mio portatile con il quale ho fatto liveblogging (il testo è disponibile sul meetup): nella piccola sala consigliare la nostra presenza tra il pubblico (insolitamente numeroso a detta dei presenti e poi confermataci anche da sindaco) non è passata inosservata.

In effetti la serata è stata particolarmente utile per comprendere come funziona la politica a Vigasio, quella politica che ha promosso il progetto dell’Autodromo e che ne ha derminato la trasformazione in quella “cosa” di 5 milioni di metri quadrati in mezzo al nulla!

Ieri sera è stata approvata la delibera che autorizza l’esproprio dei terreni per fini di pubblica utilità (oltre alla delibera che autorizza  altezze di 25 metri per la zona commerciale e residenziale e 35 metri in zona parco tematico e tecnologico) , con un Nicolis che da una opposizione oramai rassegnata chiedeva come si potesse dichiarare di pubblica utilità un parco tematico, zone commerciali, aree residenziali private.

Ma torniamo al clima e al tenore della serata: intanto è risultato evidente che a Vigasio c’è una gran fame di nuove lottizzazioni. Con la scusa di magri bilanci comunali si permettono aumenti di cubatura alle imprese in cambio di lavori pubblici in compensazione. L’idea non sarebbe male, ma ieri sera è stata scambiata una strada del costo di 90.000 euro con un +15% di cubatura pari a 6 appartamenti con valore commerciale di 1.200.0000 milioni (cito intervento di Nicolis, timidamente contrastato da sindaco e maggioranza).

Alle nostre spalle l’ex assessore Guerra ci confermava che tutti i consigli comunali a Vigasio dall’era Robbi (attuale vicesindaco e sindaco gli scorsi due mandati) sono una lunga serie di delibere per interventi di nuova urbanizzazione fatti con queste regole.

Si  è poi capita l’insofferenza dei nostri dipendenti di Vigasio quando, costretti dalla legge finanziaria a consorziarsi con altri comuni per poter arrivare ai 20.000 abitanti e quindi poter ricevere finanziamenti da Roma e Venezia, hanno storto ripetutamente il naso nel vedersi comandati da Castel D’Azzano nell’ambito delle operazioni di controllo del territorio dei vigili urbani.

In questo contesto si capisce il perchè dell’Autodromo! Un paese che da poco ha superato le 6.000 anime, da sempre con vocazione agricola, adesso vuole diventare grande e indipendente! Grande tanto da diventare una metropoli da servire con un suo casello dell’autostrada da 29 porte (Nogarole Rocca ne ha 20 a qualche km di distanza).

Si è poi parlato di politiche giovanili… e qui davvero abbiamo avuto il quadro completo! Riporto dal liveblogging:

Assessore alle politiche sociali Locatelli: rinnovo convenzione con Provincia per politiche giovanili.

Per quanto si faccia per i giovani si fa sempre poco. Si fa fatica anche a capirli.” (TESTUALE).

(e infatti hanno capito che i giovani vogliono andare a divertirsi all’autodromo! ndr)

Sinergie con altri comuni vicini che hanno avuto finanziamenti regionali importanti, superiori anche a Verona.

Consigliere Giaretta (minoranza): abbiamo avuto benifici tangibili sul territorio della precedente convenzione?

Assessore: si’ certo, ma i risultati sono difficili da valutare. mondo giovanile difficile da capire. “Se vuoi darmi una mano sei il benaccetto” (TESTUALE)

Mi considero soddisfatto, siamo in rete con tutti gli informagiovani della provincia, ci scambiamo esperienza, iniziative.

E’ un lavoro faticoso lavorare con i giovani” (TESTUALE).

Costo zero per il comune, non c’e’ una linea programmatica ma solo impianto molto generico delle attivita’.

(elenca i punti qualificanti della convenzione… c’e’ anche la prevenzione, penso del disagio giovanile. Qui le cose sono misurabili e controllabili! mah… ndr)

Approvato con voto unanime.

A fine consiglio ci siamo presentati al sindaco Daniela Contri: abbiamo annunciato la possibilità di riprese video del loro consiglio. Ha dimostrato disponibilità. Manderemo una lettera al comune.

L’impotenza del sindaco

17 luglio, 2008

AGGIORNAMENTO ( venerdì 18 luglio 2008 ): registrazione del liveblogging dal consiglio comunale di Vigasio.

Ecco fatto!

E’ finita la campagna elettorale, con i suoi risotti, le sue promesse, le tante pacche sulle spalle, le convinte dichiarazioni di unità di intenti per una Villafranca al centro dell’attenzione della politica veronese, veneta e nazionale (vedi intervento Auditorium del 2 aprile 2008, minuto 5:40).

Il rapporto privilegiato ostinatamente rimarcato dal candidato Faccioli in campagna elettorale nei confronti della politica che abita in Provincia e Regione ci ha portato ad una nuova discarica a Caluri! E per fortuna che è intervenuto il consiglio di stato a fermare la discarica di Gazii altrimenti in 3 giorni ci ritrovavamo con due “nuove” discariche!

Dopo la melina di qualche settimana fa, la Regione ieri mattina ha votato per l’autorizzazione alla riapertura della discarica per nuovi versamenti di rifiuti speciali. Ma tranquilli: il nostro sindaco ha votato contro, contro gli amici che siedono sugli scragni della Regione Veneto!

CITTADINI! Siamo terra di conquista per speculatori e affaristi sia nostrani (per esempio i terreni interessati dalla futura Grezzanella, le tante cave esistenti, il progetto MotorCity) che “esteri” (la Rope Srl che ha avuto l’autorizzazione a Caluri è di Savona).

E’ questa la politica che ci meritiamo? Sono questi i dipendenti ai quali abbiamo delegato la gestione del nostro presente e futuro?

Abbiamo partecipato alle elezioni dicendo che una politica diversa era possibile, che questa città meritava di diventare un COMUNE A 5 STELLE.

Ora una politica diversa non è più una ipotesi ma una urgente necessità.

PS: Stasera andremo a conoscere i nostri dipendenti di Vigasio: ci sarà un consiglio comunale straordinario con all’ordine del giorno delle ulteriori varianti al progetto Motorcity. Invitiamo tutti i cittadini a unirsi a noi.

AGGIORNAMENTO: giovedì 24 luglio 2008 ci sarà il prossimo consiglio comunale di Villafranca

Video terzo consiglio comunale

13 giugno, 2008

Nelle ultime due parti abbiamo problemi di sincronia audio/video non dipendenti da noi, speriamo di risolvere il problema al piu’ presto.

PRIMA PARTE

SECONDA PARTE

TERZA PARTE

Fra poco qui verrà pubblicata la prima di tre parti di video del terzo consiglio comunale.
La prossima volta mi devo attrezzare con almeno 4 cassette da 60 minuti sperando che la tempistica di ieri sera non diventi la norma.
Ufficialmente il sindaco insieme con il presidente Faccincani ci hanno ringraziato del servizio che forniamo ai cittadini e ho notato che e’ stato sistemato un avviso all’ingresso che avvisa che il consiglio sarà videoripreso e pubblicato su internet.

Le parole sono importanti!

13 giugno, 2008

Ore 1:10: voto sul testo della delibera proposta dalla maggioranza con le osservazioni al progetto Autodromo.

Il pubblico se ne andato da un pezzo, noi abbiamo finito le cassette della videocamera (3 da 60 minuti) e le batterie del pc.

SuperMario Faccioli dà il meglio di se: il testo proposto alla votazione del consiglio (approvato dalla maggioranza con anche il voto di Piazzi, contrari Zanolli, Dal Maso e Martari) contiene una sola ricorrenza della parola CONTRARIO (al punto 6 della deliberazione, pagina 5), ma soprattutto compare per la prima volta la parola FAVOREVOLE al punto 1 della deliberazione (pagina 4).

Peccato che il testo proposto in bozza ( e poi integrato con le osservazioni della minoranza) conteneva invece per ben due volte l’inequivocabile parola CONTRARIO (uno in premessa e uno nella deliberazione) e nessuna parola FAVOREVOLE.

Scopriamo poi che il Comune di Villafranca non è neanche stato chiamato a fornire osservazioni al progetto (“la succitata nota regionale del 04/08/2008 non include il Comune di Villafranca di Verona nella richiesta di parere sulla Valutazione di Impatto Ambientale” pag. 2). Abbiamo deciso di essere morbidi su un giudizio non richiesto!!!

Cosa ha spinto il sindaco a cambiare repentinamente il testo della delibera? Cosa e’ successo tra martedì sera e giovedì pomeriggio (il testo della delibera è stato chiuso alle 18 di ieri pomeriggio)?

Ma addirittura Faccioli, replicando a Zanolli, ha ribadito con veemenza (per non usare termini più coloriti) che non riuscita a trovare differenze nel testo della delibera rispetto alla bozza condivisa.

Cittadini di Villafranca: è chiaro che purtroppo i giochi sono stati chiusi su altri tavoli (dove noi non c’eravamo in nessuna forma!) e ancora una volta il ruolo del nostro comune si è dimostrato inconsistente.

Speriamo che questo progetto faccia la fine del ponte sullo stretto di Messina e di trovarci tra 10 anni ancora qui a fare osservazioni sull’ennesima variante.

Ma temo che dovremo sorbirci invece più traffico, più inquinamento e nessuna metropolitana o grezzanella.

Liveblogging terzo consiglio

12 giugno, 2008

ATTENZIONE: Pagina spostata qui.

Terzo consiglio comunale: commissioni e autodromo

12 giugno, 2008

Stasera ci sarà il terzo consiglio comunale del comune di Villafranca.

Organizziamo il Liveblogging in diretta e riprese video.

Seguitemi da questo link a partire dalle 20:30

Saranno definite le commissioni consigliari: dai vari articoli su L’Arena delle ultime settimane abbiamo avuto l’anticipazione dell’assenza della commissione edilizia privata (dichiarata inutile e anzi negativa per i cittadini dal sindaco Faccioli, il quale ha la delega all’edilizia privata) e l’altro ieri abbiamo saputo che dalle 3 commissioni dell’era Zanolli si passa a 6 commissioni (dall’articolo su L’Arena di ieri):

Delle tre vecchie commissioni una si occupava di istruzione, cultura, sport, tempo libero e assistenza sociale, la seconda commissione seguiva lavori pubblici, ambiente e territorio mentre la terza agiva su bilancio, finanze, economia e lavoro. Le sei che verranno create avranno competenze più specifiche e coinvolgeranno più consiglieri.
La prima commissione avrà l’incarico di seguire le politiche sociali, la riattivazione dell’ospedale Magalini e le scelte amministrative sulle famiglie familiari. La seconda seguirà i lavori pubblici e le infrastrutture, mentre la terza avrà lo scopo di studiare la pianificazione del territorio, il patrimonio e la viabilità. Una quarta commissione l’incarico di occuparsi di urbanistica ed edilizia. Le materie che riguardano bilancio e lavoro saranno appannaggio del quinto gruppo mentre l’ultimo avrà competenze su servizi alla persona, compresi anziani, scuole e sport.

Sulla questione commissioni e consulte avremo modo di fare le nostre considerazioni.

L’argomento del giorno è infatti la discussione sulle osservazioni al progetto MotorCity da parte della nostra amministrazione.

Vi invitiamo quindi a partecipare di persona al consiglio o di seguire il liveblogging in diretta: ricordo che in sala consigliare il pubblico non puo’ parlare, commentare e neanche applaudire o fischiare. Sul liveblogging potete darmi una mano commentando e discutendo in tempo reale! PARTECIPATE!


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: