Archive for the ‘Regole’ Category

Proposta di legge di iniziativa popolare “Parlamento Pulito”

10 giugno, 2009

Dal Senato della Repubblica:

Oggi alle ore 14.30 Beppe Grillo sarà ricevuto dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato per discutere della proposta di legge di iniziativa popolare “Parlamento Pulito” che giace al Senato da 18 mesi.

Si può seguire la diretta anche da:

CANALE SATELLITARE DEL SENATO:
– chi utilizza la piattaforma “Sky” e opta per la sintonizzazione automatica, troverà il Senato al canale 525.
– per gli utenti che non utilizzano la piattaforma Sky: Satellite Eutelsat Hot Bird 2 – 13° Est, Polarizzazione Verticale, Trasponder 52, Frequenza 11.766 MHz, FEC 2/3, Symbol Rate 27.500, PID Video 8190, PID Audio 92

e da SKYTG24

A Vigasio sono “timidi”, a Nogara un po’ “superficiali” e a Valeggio…

12 maggio, 2009

In questi ultimi mesi abbiamo frequentato varie realtà della nostra provincia: partendo dal consiglio comunale di Villafranca, dopo aver ascoltato la discussione sulle osservazioni al progetto Motorcity, abbiamo deciso di approfondire il tema partecipando ai consigli comunali di Vigasio. Poi abbiamo saputo che a Nogara non si potevano filmare per “futili motivi” i consigli comunali e abbiamo trovato nuovi amici (Mirko di NogaraOnline e tutta la banda del comitato). Siamo stati anche a Sommacampagna per approfondire il problema delle discariche, a Povegliano a seguire la delibera sull’acqua pubblica; a San Giovanni Lupatoto per la battaglia contro l’inceneritore di Cadelbue a favore di una gestione a freddo dei rifiuti.

Lo scorso sabato 2 maggio eravamo impegnati nel convincere centinaia di veronesi a dare fiducia con la loro firma alla nostra nuova lista civica provinciale. Eravamo con il nostro gazebo e i nostri volantini al mercato dello Stadio di Verona. Nello stesso momento eravamo anche a Valeggio, al mercato. E cosa scopriamo dietro la “porta di casa”? Che a Valeggio una ordinanza del 2002 impedisce di “disturbare il commercio” con banchetti e raccolte firme non solo di tipo politico, ma anche ad associazioni e comitati (compresi gli amici del Comitato che vuole salvaguardare il Monte Mamaor).

Questa situazione, critica per la nostra necessità di raggiungere le 500 firme minime per presentare la lista, ci è sembrata di una tale gravità da non poter passare inosservata agli occhi degli organi competenti, ma soprattutto dei cittadini. La nostra denuncia ha fatto “riflettere” l’attuale giunta di Valeggio (prossima al voto, tra l’altro).

Non abbiamo vinto noi, ma tutti i cittadini e le regole della nostra democrazia.

Ecco l’articolo su L’Arena di domenica:

L’Arena – Domenica 10 Maggio 2009 – PROVINCIA Pagina 32

VALEGGIO. Nuove disposizioni dopo la protesta del gruppo Verona Provincia Virtuosa al quale era stata negata l’occupazione di suolo pubblico per una raccolta firme

Sì alla campagna elettorale al mercato – Riunione con il sindaco dopo lo stop imposto agli esponenti di una lista – Spazi concessi a rotazione

Prima la campagna elettorale è stata vietata al mercato del sabato. Ieri, il dietrofront. È stata necessaria una riunione per mettere a punto le regole dopo un episodio avvenuto sabato 2 maggio, quando agli esponenti di una lista che corre per le provinciali non è stato concesso il permesso di occupare il suolo pubblico con un banchetto. A prendere la decisione di consentire la propaganda, invece, è stato il sindaco, Albino Pezzini, dopo un incontro con i rappresentanti delle liste che parteciperanno alle comunali. Alla fine, ha deciso che saranno individuati degli spazi appositi nel mercato, utilizzati a rotazione. Alla domenica invece, quando le vie del centro saranno occupate da varie manifestazioni, la propaganda elettorale si svolgerà nelle vicinanze. «Lo abbiamo fatto», dichiara Pezzini, «per garantire a tutti lo spazio necessario, andando al di là del regolamento del mercato (che risale al 2002) il quale impedisce un utilizzo diverso dell’area». Che ci fosse il divieto lo hanno scoperto alcuni attivisti della lista civica provinciale “Verona provincia virtuosa” ai quali sabato 2 maggio era stata negata la concessione dello spazio. Il giorno successivo hanno redatto un esposto-denuncia contro il comandante della polizia urbana ed il sindaco di Valeggio «per aver impedito una pubblica sottoscrizione per la campagna elettorale provinciale 2009» e lo hanno inoltrato al prefetto e alla procura della Repubblica. «Il comandante della polizia municipale», racconta Elia Di Giovine, promotore della lista in questione, «m’aveva fatto sapere da un suo subalterno che non era possibile raccogliere le firme al mercato. Sabato sono andato comunque a Valeggio per volantinare davanti al municipio e per chiedergli spiegazioni. Così m’ha confermato che c’è un regolamento comunale che vieta di concedere spazi nel giorno di mercato». Giovanni Tratta, comandante della polizia municipale, spiega: «Non ho avuto nemmeno il tempo di rispondere a una richiesta d’occupazione del suolo pubblico che ho visto solo quella mattina. La norma poi prescrive che queste richieste siano fatte tre giorni prima. Finora il regolamento comunale del mercato impediva lo svolgimento di attività diverse. Lo scopo era anche di evitare che nell’area vi fosse un proliferare di richieste di ogni tipo». Il secondo comma dell’articolo 3 del regolamento mercatale recita: «Nel mercato possono operare solamente commercianti su aree pubbliche in possesso della prescritta autorizzazione e gli imprenditori agricoli» Questo comma ha prodotto negli ultimi mesi un divieto sostanziale anche ad associazioni di volontariato, con alcune eccezioni (hanno trovato spazio la Lega, Forza Italia e la minoranza consiliare). «Lunedì metteremo in pratica», afferma Tratta, «questa nuova organizzazione degli spazi».A.F.

Carlo Reggiani

PS: Torneremo presto a Valeggio con nostri volantini!

La busta della spesa

23 aprile, 2008

Grazie ai Grilli Siciliani della Lista Sonia Alfano Presidente ho scoperto un altro modo di fare campagna elettorale! Mentre noi “canzonavamo” i vari risotti e aperitivi elargiti da partiti e candidati alla vigilia del voto all’ombra del castello scaligero, in Sicilia si conquistava il voto direttamente con le buste della spesa piene di pasta, insalata e santini elettorali! Per non parlare dei 50-100 euro pagati cash o delle ricariche telefoniche scambiate per una preferenza.

Avendo vissuto l’esperienza dei seggi come rappresentate di lista (segnalo il post di Lorenzo sull’argomento), il confronto con quanto visto nei servizi della trasmissione Exit girata in Sicilia è davvero impressionante!

Grazie Sonia e grazie ragazzi per averci fatto aprire gli occhi. E per fortuna che esiste ancora in Italia del giornalismo che prova a raccontare e denunciare. Buon V2-Day a tutti!

Certificati!

19 marzo, 2008

Siamo certificati! Lo staff di Beppe Grillo ha chiamato Ivo oggi pomeriggio confermando ufficialmente la certificazione di trasparenza “beppegrillo.it” della nostra lista!
Nei prossimi giorni avremo il nostro spazio su http://www2.beppegrillo.it/listeciviche

Appello per il sostegno alla lista!

8 marzo, 2008

Sede del Comune di Villafranca

E’ in corso la raccolta delle firme per permettere a questa Lista Civica di presentarsi alle elezioni amministrative.

Servono circa 200 firme, da raccogliere entro giovedì 13 marzo 2008.

E’ necessario recarsi presso l’ufficio elettorale del Comune di Villafranca o alla delegazione comunale di Dossobuono:

  • Sabato 8 marzo: 8:30 – 12:30 e 15:00 – 19:00
  • Domenica 9 marzo: tutto il giorno 8:00 – 20:00
  • Lunedì 10 Marzo: tutto il giorno 8:00 – 20:00

Munirsi di un documento di identità valido.

Possono firmare solo i residenti nel comune di Villafranca.

Certificazione Trasparenza blog di Beppe Grillo

4 marzo, 2008

Condizioni per ottenere la certificazione

Le condizioni per essere inseriti nel sito sono:

1. Requisiti

  • All’atto della loro candidatura e nel corso dell’intero mandato elettorale, ogni candidato non dovrà essere iscritto ad alcun partito o movimento politico
  • Ogni candidato non dovrà avere riportato sentenze di condanna in sede penale, anche non definitive
  • Ogni candidato non dovrà avere assolto in precedenza più di un mandato elettorale, a livello centrale o locale, a prescindere dalla circoscrizione nella quale presenta la propria candidatura
  • Ogni candidato dovrà risiedere nella circoscrizione del Comune per il quale intende avanzare la propria candidatura. Per le elezioni comunali dei capoluoghi di provincia, i candidati potranno risiedere in uno dei comuni appartenenti a quella provincia.

2. Impegni

  • Ogni candidato si impegna a rimettere il mandato elettorale ricevuto, nel caso in cui, nel corso del suo svolgimento perda o si dimostri non abbia posseduto fin dall’origine uno o più dei requisiti minimi sopra descritti. In mancanza, l’intera lista perderà il diritto di qualificare la propria attività con la certificazione del blog
  • All’atto della propria candidatura, la lista provvederà a pubblicare in Rete, in un apposito ed adeguato spazio web, l’elenco dei componenti ed il loro curriculum vitae, con il proprio programma di governo ed istituirà contemporaneamente un blog aperto a tutti i cittadini che consenta il libero scambio di opinioni e critiche con i componenti della lista civica
  • La lista non potrà associarsi ad altri partiti o liste, se non certificate dal blog, per governare il Comune

3. Concessione e revoca della certificazione

Il blog http://www.beppegrillo.it concede la certificazione alle liste i cui candidati abbiano presentato tutta la documentazione prevista:

  • Certificato penale di ogni candidato
  • Copia di un documento di identità valido di ogni candidato
  • Accettazione delle condizioni da parte di ogni candidato
  • Il blog http://www.beppegrillo.it può revocare la certificazione di un singolo candidato o dell’intera lista e quindi rimuoverne le informazioni dal sito nel caso in cui non sussistessero più le suddette condizioni
  • Dopo la verifica della documentazione inviata, il capolista riceverà una e-mail con le istruzioni per accedere all’area della propria lista, aggiornarne i contenuti e creare le aree per gli altri candidati

Ogni candidato può richiedere il proprio certificato penale alla Procura della Repubblica presso il Tribunale, presentando la richiesta scritta.

4. Invio della documentazione

I documenti dovranno essere inviati tramite posta ordinaria (i corrieri non consegnano presso le Caselle Postali), in originale, a: Beppe Grillo – Casella Postale 1757, 20101 Milano


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: