L’assurdo dell’incenerimento nella società dei consumi

by

Incenerire è un’assurdità, vuol dire sprecare delle risorse preziose.

Ormai lo sappiamo e dobbiamo mettere fine a questa pratica che non porta assolutamente a risolvere il problema.

Siamo andati a registrare la serata organizzata dal gruppo della Decrescita Felice di Verona che ringraziamo.

Vi proponiamo questo intervento del dott. Federico Valerio – chimico ambientale che ne spiega molto bene le ragioni.

Per il comune vogliamo proporre “Rifiuti Zero”, vogliamo togliere il problema alla base, ridurre il più possibile, riciclare, riusare.

Se un materiale arriva alla fine della filiera senza poter essere riciclato allora è un errore e va riprogettato.

Basta inceneritori!  basta discariche!

Dobbiamo cambiare e farlo subito! ora! prima che sia troppo tardi.

Simone Bernabè

Annunci

Tag: , , , , , , , ,

Una Risposta to “L’assurdo dell’incenerimento nella società dei consumi”

  1. Cordioli Alberto Says:

    Sono perfettamente d’accordo!
    Ho studiato per 10 anni TUTTO il problema dei rifiuti, assieme al problema dell’Agricoltura Naturale, con l’aiuto di mio fratello agronomo.
    Abbiamo messo a punto un sistema che consente ad esempio, di trasformare l’umido urbano in ottimo compost per i nostri campi.
    Il prof, Xilojannis, nel convegno di settembre dell’anno scorso a Bari, ha dimostrato, ad esempio, che basterebbe riportare lo 0,1% do sostanza organica nei campi, per risparmiare 270mila tonnellate di anidride carbonica. Se si pensa che l’Italia produce 520mila tonnellate di CO2 ed il suo obiettivo ( ritenuto dai più irrealizzabile) è di risparmiare 90mila tonnellate di CO2, all’anno si vede bene che l’Italia potrebbe dimezzare il saldo delle proprie produzioni di CO2 in un anno!
    E siccome i terreni della Pianura padana sono passati in 50 anni dallo 5-7% di sostanza organica allo 0,6 – 0,8%, ne abbiamo di anni davanti e di compost da mettere per poter ritornare al livello di 50 anni fà.
    Come dice il sistema GEA, la Natura è un cerchio in cui non ci sono rifiuti ma solo coprodotti da valorizzare per mantenerci in armonia con la Natura stessa!
    Quindi, molto bene con questi incontri, mi dispiace non averci potuto essere ma … avanti così!!
    Saluti
    Alberto Cordioli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: