L’incontro con AIV per le politiche 2013

by
mercoledì 20 febbraio 2013 – PROVINCIA – Pagina 28
VERSO LE ELEZIONI. Tavola rotonda organizzata dall´Associazione industriali di Villafranca con i candidati alle politiche
Ricetta anti crisi? Agganciare l´Europa al territorio locale
Maria Vittoria Adami
Zona industriale e infrastrutture al centro degli interventi di Rossi Armellini, Zanini, Dal Moro Mondini, Bonfrisco e Tosato
Con i suoi settori trainanti, manifattura, commercio e costruzioni, l´economia villafranchese sente la crisi tre volte. Ma ha margini per lavorare a una ripresa, cominciando con il guardare lontano, verso l´Europa, e facendo progetti di lungo periodo. Basta campanilismi e ottica circoscritta, basta con Pmi frazionate e conflittuali tra loro. «Piccolo è bello» è uno slogan che non va più di moda, ora si compete per qualità e creatività. Lo ha ricordato la schiera di candidati alle politiche 2013, che lunedì sera era ospite dell´associazioneimprenditori villafranchesi, all´hotel Expo.

Aiv, presieduta da Mario Serpelloni, ha chiesto di parlare di politiche economiche del territorio e del lavoro e di misure in termini di investimenti per ricerca e sviluppo, infrastrutture e cultura d´impresa.
Incalzati dalla giornalista Mirella Gobbi, c´erano Massimo Emanuele Armellini (Fare per fermare il declino), Gianni Dal Moro (Pd), IvoMondini (Movimento 5 stelle), Germano Zanini (Scelta civica per Monti), Paolo Tosato (Lega nord), Cinzia Bonfrisco (Pdl), e in staffetta per l´Udc prima Mario Rossi, poi Stefano Valdegamberi.
Villafranca conta all´incirca tremila imprese attive e poco più di 900 attività artigianali. Si divide tra commercio (ancora trainante), costruzioni, agricoltura e manifattura, che spazia dalla metallurgia alle apparecchiature, fino all´alimentare. Nel comprensorio si contano oltre 18mila aziende impegnate in edilizia, metalmeccanica, tessile, abbigliamento e calzaturiero, agroalimentare, trasporti e logistica, servizi, tecnologie medicali e informatiche.
Le ricette anticrisi richiedono, dunque, diversi ingredienti. Si comincia con la necessità di avere una visione che valichi i confini locali: «La Zai di Verona si ferma al sovrappasso di Sommacampagna e dovrebbe, invece, abbracciare quella di Villafranca», ha osservato Rossi, «è necessario creare luoghi di sviluppo di qualità che competano nel mondo». Per Dal Moro occorre guardare all´Europa, puntando sul rilancio di manifatturiero, agroalimentare e turismo: «Villafranca è il centro di un territorio approdo naturale ai paesi d´oltralpe. Il futuro è il Quadrante Europa e un sistema metropolitano che unisca Verona a Villafranca e segua l´asse del Brennero. All´aeroporto serve un bando di gara di azionariato europeo, per essere in linea con Monaco e Berlino, più che col Veneto».
«Villafranca ha portato ricchezza e sviluppo ed è sempre stata un modello per l´economia veronese», ha spiegato Zanini, «ha fatto passi enormi per innovazione e infrastrutture. Su questo occorre lavorare, passando per credito, risorse umane qualificate e una rete di Pmi. L´edilizia parte se c´è un sistema bancario che dà fiducia. Ciò avviene quando il Paese acquista reputazione».
«Va superato il campanilismo», ha spiegato Valdegamberi, «anche per il Catullo, isolato dal mondo per assenza di strategia politica. Rischia l´emarginazione, schiacciato tra altre aree in sviluppo».
Dal locale, le misure passano al piano nazionale: «Per portare effetti positivi qui, si deve risparmiare a Roma, in termini di spesa e debito pubblici», ha osservato Armellini, «si deve liberalizzare il più possibile. La burocrazia ha messo in ginocchio la manifattura». Diminuzione della pressione fiscale e del costo del lavoro è la ricetta di Tosato: «Perseguibili con tagli ai costi della politica e alle forme di assistenzialismo nei confronti del Sud». Sulla linea dei tagli anche Mondini: «Dall´abolizione delle indennità costituiremmo un fondo sociale per finanziare il microcredito alle Pmi». «Risparmio sulla spesa pubblica e tagli sugli ambiti improduttivi, abolizione dell´Imu su prima casa e capannoni, vendita del patrimonio pubblico» è la soluzione di Bonfrisco.

Annunci

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: