Ecomostro 2 il ritorno

by

AGGIORNAMENTO (29/11/2011): Articolo su L’Arena… e vabbè, porsi delle domande su come viene usato il nostro territorio ci fa etichettare  come “ambientalisti”. Ci sembra leggermente riduttivo: siamo CITTADINI, suona così strano? (CR)

Ci eravamo lasciati poco tempo fa con la prima puntata di questo film horror perciò vi riepilogo i precedenti. Dopo aver visto nascere un nuovo ecomostro nella campagna di Villafranca, sequestrato subito per difformità rispetto al progetto (ben 1 metro più alto), è arrivata subito  la “beffa” con la dichiarazione di “attività temporanea”,  in una zona assolutamente inadeguata e che resta agricola.

L’azienda ha potuto esercitare senza la VIA (Valutazione di Impatto ambientale) , sanando il  tutto con una somma ridicola e con la costruzione di una rotonda che non si capisce, se sia più per aiutare il traffico di Villafranca o i camion che devono arrivare al centro di riciclo.

E qui con la pausa della prima puntata ci chiediamo: ma i nostri politici cosa vogliono fare di questa zona? pensano di lasciarla agricola o vogliono creare una zona industriale? E se fosse la seconda scelta quale tipo di attività intendono ancora portarci?

Qui inizia la seconda puntata e devo dire anche gran male, in quanto da quando è iniziata l’attività, ogni giorno si sentono rumori assordanti che escono da quel bunker assomigliante ad Alcatraz e dove dal fianco escono delle colonne  impressionanti di fumo nero. Poveri i cittadini che abitano in quella zona!

Non riesco ancora a capacitarmi di come la politica abbia potuto partorire un “mostro” del genere e ancora una volta voglio fare i miei complimenti alla programmazione territoriale che è stata fatta sul comune.

Cari cittadini apriamo bene gli occhi al nuovo PAT che sta arrivando… chissà che belle sorprese ci potrà portare.

Annunci

Tag: , , , , ,

8 Risposte to “Ecomostro 2 il ritorno”

  1. amelia Says:

    MA VAI A LAVORARE…………CREALI TU I POSTI DI LAVORO O FORSE è MEGLIO CHE CI FACCIAMO PAGARE LA DISOCCUPAZIONE DALLO STATO? VISTO CHE SEI COSI FURBO CONSIGLAICI COME FARE…………………….

  2. Bernabe' Simone Says:

    La ringrazio della critica! ma resto dell’opinione che quell’attività andava fatta in un altro posto se era da fare, vorrei capire se a Villafranca c’e’ cosi tanto ferro da portare a riciclo da dover per forza fare una costruzione del genere in zona che resta agricola. Perchè invece non fare un bel centro di riciclo rifiuti come Vedelago? magari in zona industriale o vicino alla ferrovia per evitare il via vai continuo di camion? Certo che pensiamo ai posti di lavoro! ma anche e soprattutto abbiamo a cuore la nostra salute e pensiamo principalmente a Villafranca rispetto agli interessi personali.

  3. marco lucazzi Says:

    voglio portarla un attimo a tornare indietro nel passato………..ma lei si ricorda del degrado che c’era in quel posto prima dell’arrivo del sig cobelli, che oltre ad aver creato ben + di 20 posti di lavoro, ha ripulito da tonnellate e tonnelate di eternit marci che lentamente stavano inquinando l’ambiente…..caro sig bernabè le devo spiegare cos’è l’eternit??? ma lei ha percaso idea di come sia strutturato un magazzino di recupero e riciclo di rottame ferroso , fatto nel 2010? evidentemente no………..prima di lanciare palle infuocate contro chi lavora onestamente e nel riguardo dell’ambiente, vada a farsi un giro dalla maggior parte dei raccoglitori del nord italia, e poi si faccia risentire , lanciando , se ne avrà ancora il coraggio ed il diritto, un monito per l’attenzione dell’abiente!!! cordialità

  4. Bernabe' Simone Says:

    Sig. Lucazzi, forse Le sfugge un piccolo particolare, si rilegga attentamente il post! io non ce l’ho con il sig.Cobelli o con chi lavora onestamente, ce l’ho semplicemente con la politica che ha permesso una costruzione del genere in zona agricola, per questo non serve sapere come deve essere strutturato un magazzino di riciclo del ferro. Se il sig. Cobelli ha ripulito la zona dall’eternit non può che farmi piacere, mi metto però dalla parte di quei cittadini che stanno vivendo in quella zona, vogliamo che diventi zona industriale? o agricola? Evidentemente se è zona agricola quella costruzione non andava fatta. I cittadini stanno pagando una politica di programmazione del territorio sbagliata e irresponsabile e questo mi permetta mi da molto fastidio.

  5. Carlo Reggiani Says:

    Che esista una “lobby” legata al riciclo del ferro a Villafranca penso non sia mistero per nessuno (recente la notizia di uno storico rottamatore sulla Postumia che piuttosto che mettersi a norma, chiude i battenti… quindi ha lavorato fino ad oggi fuori norma!).

    Gli abusi edilizi anche se sanati rimangono abusi: oltre al problema delle altezze non rispettata, il cosiddetto “ecomostro” e’ in una zona agricola ed ha un permesso temporaneo, escamotage ingegnoso scaturito dalla Provincia di Verona per chiudere tutti e due gli occhi.

    Uno compra casa in campagna e si trova dopo qualche anno in una zona industriale: e’ la storia dell’Italia, ma direi che e’ ora di smetterla, o no?

  6. Rossana Says:

    Egregio Sig.Bernabè nel leggere questi suoi “articoli” posso semplicemente esprimere tutto il mio stupore nel comprendere che Lei non è da ritenersi per niente competente in materia di rifiuti e sono arrivata alla conclusione che se l’Italia oggi va male è per gente come Lei. Se ce l’ha veramente con la politica, per aver permesso la costruzione di un magazzino in una zona agricola anzichè industriale perchè insiste nel chiamare questo magazzino “ecomostro”, insiste nel voler sminuire quest’azienda,paragonandola addirittura ad un film horror, che non fà altro che dare da lavorare a delle persone e pensa soprattutto all’ecologia di questo paese. Entra in particolari non di Sua competenza e fa riferimento a dei rumori assordanti che,a mio parere è palese che ci siano in quanto non stiamo parlando di un magazzino che effettua il riciclo della carta; ma credo che a questo riguardo ci siano delle norme ambientali sull’impatto acustico ai quali l’azienda in questione dovrà aderire ne più ne meno. Questo video che Lei ha pubblicato dove “LEI” vede queste COLONNE IMPRESSIONANTI DI FUMO è veramente ridicolo, personalmente non mi sembra di vedere “delle colonne impressionanti” e visto che quella strada la percorro ogni giorno non credo di aver visto quel fumo uscire per più di due occasioni… La rotonda costruita sulla SP26 a mio parere è stata utile al traffico di Villafranca, visto che prima del Suo arrivo alle ore 18 la viabilità era totalmente bloccata mentre per quanto riguarda il traffico dei camion diretti al centro di riciclo mi sembra di aver notato una corsia preferenziale che ne facilita sia l’entrata che l’uscita. Ha mai provato veramente ad interpellare dei cittadini dei quali Lei si erge difensore? Io credo proprio di no, dovrebbe farsi un esame di coscienza prima di scrivere tutte queste cattiverie gratuite. O forse Lei ha qualche interesse nel fatto che la zona resti agricola? Visto che Lei privilegia così tanto le zone agricole è al corrente di quanti campi avrebbe bisogno in media un agricoltore per poter spargere interamente i propri liquami seguendo la normativa vigente? La prossima volta che avrà occasione di passare davanti a questo impianto di recupero invece degli occhi inizi ad usare l’olfatto…. I miei ossequi.

  7. marco lucazzi Says:

    brava rossana…………parole sante.
    suggerisco anche io a questa gente di andare a “rompere le scatole” ( e scusate le parole di libero sfogo), a chi veramente inquina, e deturpa l’ambiente. Al sig. reggiani, visto che ostacola la creazione di aziande in Italia, suggerisco di prepararsi ad andare a lavorare in Cina o in Turchia, o cmq in quei paesi emergenti che ancora hanno la possibilità di fare industria senza doversi interessare dell’ambiente………se non lui i suoi figli……..mediate gente meditate!!!!

  8. carloreggiani Says:

    Articolo su L’Arena di oggi: http://www.larena.it/stories/Home/311032_limpianto_di_rottami__fermo_ma_lecomostro_fa_discutere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: