ULTIM’ORA: Ancora atrazina nei rubinetti di Alpo Dossobuono Rizza e Calzoni [sembra che Caluri sia esclusa]!

by

AGGIORNAMENTO [4/10/2009]: emergenza rientrata, si torna a bere dai rubinetti. Ottimo articolo su Corriere della Sera a firma di Angiola Petronio su noi costretti a vivere nel “quadrilatero dell’atrazina”. Anche l’articolo di Matteo Sorio fotografa quanto abbiamo denunciato anche noi: troppa improvvisazione nella comunicazione verso i cittadini. Un piano non si inventa con l’emergenza, ma deve essere progettato e attuato. Magari usando anche il web, gli sms. E non solo per le emergenze, magari!

AGGIORNAMENTO [1/10/2009 ore 14]: Sono tornato a casa per pranzo e ho trovato un avviso a firma del Sindaco in cassetta della posta. Non viene citata la frazione di Caluri, ma solamente Calzoni. Non ho visto nessuna autobotte in via Dosdegà come annunciato su L’Arena di oggi. Probabile che siano in piazza della chiesa, come nel 2005.

AGGIORNAMENTO [1/10/2009 ore 9]: Finalmente sul sito del Comune di Villafranca compare l’ordinanza. Ora la domanda e’:  con quale frequenza vengono fatte le analisi per l’atrazina? Da quanti giorni/mesi stiamo bevendo acqua fuori limiti di legge? Ma soprattutto: verranno fatte ispezioni a tappeto da parte delle forze dell’ordine nelle aziende agricole della zona per verificare se qualche disgraziato usa ancora prodotti vietati? Noi siamo sempre in attesa di riceve dal direttore di Acque Veronesi le analisi periodiche dei pozzi, come concordato nel nostro incontro del 12 novembre 2008!

Era già successo nella primavera del 2005: stasera il sindaco Faccioli ha emesso una ordinanza di divieto per uso potabile dell’acqua nelle frazioni nord di Villafranca a causa della presenza di atrazina nell’acqua nei pozzi della zona. Le frazioni interessate sono Alpo, Rizza, Dossobuono e Caluri.

E come nel 2005 scopriamo dell’ordinanza dalla televisione! Nessun avviso sui portoni di casa, sulle cassette della posta… niente sul sito del comune

Nel servizio del TG di Telearena viene letta l’ordinanza del sindaco: niente uso potabile almeno per i prossimi 2 giorni. Poi vado in piazza ad Alpo a vedere se c’e’ l’autobotte.

NO COMMENT. Per ora.

Carlo Reggiani

PS: nel 2005 l’acquedotto di Villafranca era in gestione all’amministrazione comunale, oggi da Acque Veronesi… anche sul sito di Acque Veronesi nessuna traccia dell’ordinanza del sindaco di Villaranca.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

23 Risposte to “ULTIM’ORA: Ancora atrazina nei rubinetti di Alpo Dossobuono Rizza e Calzoni [sembra che Caluri sia esclusa]!”

  1. Alessandro Mazzi Says:

    Appena rientrato a casa con tutta la famiglia dopo la giornata di lavoro sono stato informato dai vicini di pianerottolo che nel pomeriggio sono passate delle auto della polizia municipale che avvisavano la popolazione con l’altoparlante.
    Ma gia’ che facevano il giro non potevano lasciare qualche informazione in piu’, non dico in tutte le case, ma almeno in punti chiave sulle vie come fanno alcuni enti di fornitura dei servizi in casi di manutenzione?
    E poi, come puo’ l’amministrazione garantire in questo modo che tutti i cittadini siano avvisati e non avvelenati?
    Ho chiamato al 113 (perche’ ovviamente alle 19:30 Acque Veronesi e Comune non rispondevano) per sapere qualcosa in piu’ e pare che manco loro fossero al corrente di niente, pur aspettando di essere avvisati.
    Addirittura l’operatrice telefonica con cui ho parlato era stupita della cosa e, visto che il servizio pubblico non era stato adeguatamente informato, sosteneva che la cosa fosse uno scherzo (nel frattempo stavano andando in onda i titoli di TeleArena che invece riconfermavano quanto riferitomi dai vicini).

    NO COMMENT.

  2. Verona Provincia Virtuosa » Agricoltura di qualità nel veronese? Apriamo gli occhi! Says:

    […] ULTIM’ORA (30/09/2009 ore 19:30): Ancora atrazina nei rubinetti di Alpo Dossobuono Rizza e Caluri (comune di Villafranca di Verona)! […]

  3. arturo Says:

    vi comunico che su targer online è pubblicata l’ordinanza comunale!

  4. carloreggiani Says:

    Grazie della segnalazione Arturo:

    Ordinanza del Sindaco di Villafranca n. 197/09 del 30.09.2009

    Vista la comunicazione pervenuta da parte del SIAN dell’Ulss 22 prot. 62387 del 29/9/2009 dalla quale emerge che due dei campioni esaminati, sull’ acqua erogata dagli acquedotti comunali presentano delle caratteristiche non conformi che rendono l’acqua non idonea al consumo umano, e precisamente:
    – Calzoni: Atrazina 0,12 ug/l – Desetilatrazina 0,30 ug/l – Desetilterbutilazina 0,10 ug/l;
    – Alpo: Desetilatrazina 0.22 ug/l;
    Considerato che si rende e indispensabile ed urgente l’emanazione di un provvedimento contingibile di interdizione del consumo dell’acqua da parte della popolazione che insiste nella suddetta zona in cui l’acqua risulta contaminata, fino all’avvenuto ripristino della qualità – idoneità dell’acqua erogata;
    Ritenuto che la limitazione all’uso di detta acqua è circoscritta al consumo idropotabile (bere e cucinare).
    ORDINA
    1 L’interdizione del consumo dell’acqua da parte della popolazione che insiste nelle località Calzoni, Dossobuono, Alpo e Rizza, fino all’ avvenuto ripristino della qualità – idoneità dell’acqua erogata, specificando che la limitazione all’uso di detta acqua è circoscritta al consumo idropotabile (bere e cucinare)
    2 Alla Società Acque Veronesi, ente gestore , di procedere ad immediati interventi atti al ripristino della qualità dell’acqua erogata nel rispetto di quanto stabilito dalla normativa vigente.
    3 Di dare immediata ed adeguata informazione alla popolazione interessata attraverso avvisi diretti a ciascun utente ed attraverso canali di stampa e di informazione.
    E’ fatto obbligo a chiunque spetti osservare e far osservare il seguente provvedimento

    Mercoledì 30 settembre, ore 18

  5. Andrea Says:

    Io sono stato avvisato telefonicamente stasera dai miei genitori che hanno visto il Tg di Telearena.
    Ho chiamato i vigili urbani alle 21,00, mi hanno risposto che sono passati nel pomeriggio alle 16,30 ad avvisare con l’altoparlante.
    Vivo a Rizza in un condominio di 8 famiglie e nessuno ha sentito.
    Era proprio impossibile organizzare delle affissioni lungo la via?
    Oppure mandare in appoggio ai vigili qualche messo comunale?
    Nel periodo elettorale il messo comunale ha suonato alla mia porta una domenica mattina per portarmi l’avviso di nomina quale scrutatore…
    Sicuramente sono più importanti le elezioni della nostra salute, ma ce ne ricorderemo alla prossima scadenza elettorale

  6. Luisa Says:

    e’ indecente!
    Io vivo in una corte di campagna ad Alpo e se non mi avvisava una amica del G.A.S. non avrei saputo niente (vedo poco Telearena, forse mai).
    Ieri sera ho visto un bello spettacolo proprio sullacqua H2Oro, che stimolava a bere l’acqua del rubinetto perchè sicura e controllata. E credo che lo sia a parte qualche filtro ai carboni attivi non cambiato…sarà stato come l’altra volta quando eravamo sotto il CISI?!……

  7. Bernabe' Simone Says:

    Dunque ricapitoliamo beviamo l’acqua del sindaco…. ma stiamo attenti alla tv per sapere se possiamo berla!
    Dopo tutte queste invocazioni tra IDV, Il Giornale, Libero e tanti altri a disdire il canone televisivo mi sa che quasi quasi aspetto!!!!

    NE VA DELLA MIA SALUTE!

  8. paolo Says:

    qui a dossobuono pochi hanno sentito e la voce è circolata solo verso sera, possibile che nessun “tecnico” del comune sia in grado, anche da casa, di mettere on-line l’ordinanza o almeno un avviso di quanto sta succedendo?!?

    tra le voci che poi sono circolate quella che i valori sono poco oltre la norma da circa 20gg…

    acqua privata e avvelenata, fanno anche rima…

  9. Roberto Says:

    Atrazina :
    Erbicida per il controllo di infestanti appartenenti al gruppo delle dicotiledoni e utilizzata prevalentemente nelle coltivazioni di mais, sorgo e canna da zucchero.
    Il suo impiego è stato vietato su tutto il territorio nazionale dal 1992 (con Decreto del Ministero della Sanità del 18 marzo 1992, n.705/910) dopo diversi episodi di contaminazione di falde idriche, ma viene ancora prodotta ed utilizzata in molti paesi Europei e negli Stati Uniti (più di 38 milioni di Kg venduti ogni anno).
    L’atrazina è una sostanza pericolosa per la salute umana. Attualmente non è ritenuta essere una sostanza cancerogena, ma sono stati pubblicati alcuni studi che hanno evidenziato l’insorgere di danni all’ovario di criceti, mentre altri studi sugli anfibi hanno evidenziato come questa molecola produca interferenze sull’equilibrio degli ormoni sessuali determinando un effetto femminilizzante.

    Visto che nella nostra provincia c’è molto mais direi che il motivo dell’inquinamento è quello.
    Dobbiamo smetterla di mangiare polenta(solo quella bio) ma sopratutto pollo (quello in batteria), il primo consumatore di mais.
    Non si puo’ risalire a chi ancora utilizza questo diserbante fuorilegge????

  10. Roberto Says:

    Mi correggo… quello che dovremmo mangiare è solo il mais bio

  11. Mara Says:

    Ciao, io mi chiedo come sia possibile che una sostanza, il cui utilizzo è vietato da almeno 17 anni, si trovi ancora in commercio e soprattutto come sia possibile che alcuni agricoltori ne facciano ancora uso!
    Ma in che mondo viviamo?
    L’ignoranza e la non conoscenza è l’unica risposta che so darmi…

  12. Roberta Fabris Says:

    In effetti la Polizia Municipale è passata a Rizza nel pomeriggio parlando con l’autoparlante ma non si capiva assolutamente nulla, per fortuna la mia vicina che era in strada è riuscita a fermarli e chiedergli cosa stavano dicendo perchè non si capiva nulla, dopodichè solo il passa parola di “radioscarpa”. Ma c’è di più: 20 min dopo ho chiamato l’ufficio guasti di Acque Veronesi e nemmeno loro sapevano nulla!?!

  13. Roberto Says:

    Il vero problema non è quello dell’avviso (che sicuramente è rilevante) ma il fatto che certe sostanze siano ancora usate da agricoltori e allevatori che hanno a cuore solo il loro portafogli !

  14. Diego Says:

    anche qui a Dossobuono pochissimi lo sanno e solo per il passaparola o perchè ci si telefona tra parenti! E’ una vergogna, nella mia via e in quelle limitrofe nessuna pattuglia, nessun vigile ad avvisare!
    RICORDIAMOCENE IN SEDE ELETTORALE… questo è quanto sta a cuore la salute dei dossobonesi alla nostra cara Villafranca!

  15. Maurizio Says:

    ieri a Dossobuono sono passati alle 17,ma non si capiva nulla ho chiamato i vigili a Villafranca chiedendo che tipo di inquinamento fosse (biologico o chimico)e NON lo sapevano rinviandomi per spiegazioni oggi all’ufficio ecologia.Sull’Arena c’è la sintesi dell’ordinanza e la notizia della denuncia contro ignoti…attendo ,senza fiducia, una denuncia contro ignoti per l’inquinamento dell’aria PM!10 e 2,5 e per rumorosità molesta(io qualche sospetto sul traffico autostradale e dell’aeroporto l’avrei……)OCCORRONO più controlli (ARPAV)e la diffusione dei dati ad ogni abitante del comune ed il rispetto dei limiti di legge…..a quando una lista unitaria per il territorio che sappia mettere al centro il rispetto dei limiti (ARIA,ACQUA,SUOLO,RUMORE)???

  16. nadia zulian Says:

    Gravissimo il fatto che la popolazione non sia stata correttamente avvisata…ancor più grave il fatto che si parli ancora di atrazina dopo che è stato vietato da anni il suo utilizzo!…Inquietante che se ne parli e che queste ordinanze ci siano solo quando si supera la sogliia consentita per legge…perchè di solito nell’acqua che beviamo di atrazina quanta ce n’è?!…a quanto ammontano i valori di atrazina nell’acqua perchè questa sia potabile?…e il nostro organismo e quello dei nostri figli si sa adeguare ai parametri stabiliti per legge?…l’acqua che dovrebbe essere bene di tutti (e non di Acque veronesi o chi per lei…) perchè non viene tutelata a priori?…io non voglio tornare a bere l’acqua in bottiglia del supermercato! Voglio la mia acqua e la voglio pulita! E’UN MIO DIRITTO

  17. Bernabe' Simone Says:

    Concordo con Nadia abbiamo dei bambini che stanno bevendo questa acqua!!!!
    Stiamo rovinando un bene necessario per la nostra vita, pensate di fare la pasta o il caffè con le bottiglie d’acqua?
    Basta giocare con questi beni!!!!
    LA TRASPARENZA PRIMA DI TUTTO! VOGLIO LE ANALISI GIORNALIERE SU ACQUE VERONESI!!!!!
    La gente per scegliere deve avere LA MASSIMA TRASPARENZA!
    p.s. poco interessa se l’acqua è più o meno calcarea o se ha piu’ sodio o quanto residuo fisso presenta se poi abbiamo l’atrazina e i nitrati e i metalli pesanti e non so cos’altro!
    E questo vale per l’acqua in bottiglia come per l’acqua del rubinetto!
    ANCHE ESSERE INFORMATI E’ UN DIRITTO MA NON QUANDO LA FRITTATA E’ FATTA!

  18. Maurizio Says:

    per chi fosse interessato su altroconsumo (la rivista n. di ottobre ) è citato un sito per avere la situazione sull’ inquinamento atmosferico con l’utilizzo di mappe colorate: lamiaaria.it ad opera di un gruppo di scienziati dell’ENEA. Riporta le previsioni per 5 giorni : diviso per mattino pomeriggio sera….

  19. Fabio Says:

    Riguardo l’impossibilita’ di usura acqua potabile, io e la mia famiglia siamo stati informati solo nella serata del 30 settembre, quando per tutta la giornata nessuno era passato ad avvisarci (vigili) ne’ con foglietti in cassetta ne’ con avvisi orali! Oggi 1 ottobre lo stesso! Nessuna informazione! Faccio presente che ho un bimbo di soli 8 mesi, quindi il comune e i suoi preposti dovevano avvisare prima di tutti le famiglie con bambini e neonati!

  20. marco Says:

    quello che mi pare molto strano, vivendo a dossobuono, è che mentre noi (con molta fatica) siamo stati diffidati dal bere e cucinare, una quantità esagerata di bar ristoranti, alberghi e panifici hanno continuato indisturbati a servire caffè pane ecc , lo fanno con la minerale in bottiglia?

  21. Acque Veronesi, vogliamo maggiore trasparenza e tempestività! « Grillo per Villafranca Says:

    […] dovuto all’Atrazina, sono stati cambiati dei filtri in carbonio e ritirata l’ordinanza del sindaco che bloccava il consumo di acqua potabile per certe zone, tutto è tornato alla normalità. […]

  22. Grazie a Povegliano vincono i cittadini: stop alla discarica di Caluri « Grillo per Villafranca Says:

    […] che parliamo di inquinamenti delle falde, a che punto siamo con la ricerca dei responsabili dei versamenti di atrazina che ancora risultano (entro i limiti di legge grazie ai filtri funzionati) nalle analisi dei pozzi […]

  23. Prevenire è meglio che curare. « Grillo per Villafranca Says:

    […] pochi giorni e per esattezza il 30 di Settembre sta per arrivare un brutto anniversario, nel 2009 era riscoppiato il caso atrazina a Villafranca. In merito avevamo fatto anche un’istanza chiedendo ad  Acque Veronesi maggiore trasparenza […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: