Referendum consultivi a Vigasio? Non si può!

by

AGGIORNAMENTO (25/11/2008): Ancora su L’Arena

AGGIORNAMENTO (23/11/2008): Siamo sul blog di Beppe Grillo.

AGGIORNAMENTO (20/11/2008): Articoli su L’Arena

Ieri sera siamo tornati a Vigasio.

Siamo andati convinti del fatto che il sindaco e la giunta, dopo l’incredibile risposta di questa estate alla nostra richiesta di riprendere e pubblicare su internet le sedute del consiglio comunale, avesse cambiato idea.

Abbiamo piazzato la nostra videocamera, ci siamo accomodati per l’inizio dei lavori.

E’ arrivato il sindaco, con il segretario e la vigilessa al seguito, brandendo le fotocopie di un estratto del regolamento comunale nel quale, sottolineate con l’evidenziatore, c’era scritto che era facolta’ del presidente del consiglio comunale (leggi sindaco a Vigasio) permettere o meno le riprese delle sedure del consiglio.

Ci hanno requisito la videocamera, tenuta in custodia sotto chiave dal vigile urbano durante i lavori. Non abbiamo forzato: volevamo assistere alla seduta! E abbiamo fatto bene!

Abbiamo fatto a caldo un’intervista al consigliere della minoranza Cesare Nicolis: quello che e’ successo durante la seduta è di una gravità incredibile.

Alla richiesta di introdurre un regolamento per dar seguito a quanto previsto dallo statuto in materia di referendum consultivo locale ci ha lasciati davvero a bocca aperta.

A Vigasio abbiamo assistito ad un attacco arrogante al concetto stesso di democrazia. Torneremo sicuramente sull’argomento, ma soprattutto tornere a frequentare il consiglio comunale di Vigasio.

Per adesso potete leggere il mio liveblogging con le parole dette dal sindaco. Non ci credo ancora che un sindaco possa esprimersi in questo modo.

Non è una minaccia, ma una promessa.

Buona visione.

Carlo Reggiani

PS: tenetevi liberi giovedì sera. Abbiamo un invito a Nogara!

Annunci

Tag: , , , , , , , , ,

23 Risposte to “Referendum consultivi a Vigasio? Non si può!”

  1. Sara Says:

    Ma questa è democrazia? Ma come si permette di ignorare il pensiero dei suoi elettori? Loro non molleranno mai, NOI NEPPURE!!!!!!!!!

  2. cesare cerchio Says:

    rob de mat, dicono i lombardi ! E la democrazia…..

  3. luisellafaggioli Says:

    E’ da premettere che fra gli obiettivi dei Comuni vi è anche quello di far vivere sereni i propri cittadini.
    La scelta operata dai vertici comunali di Vigasio di non consentire, anzi di bloccare, la ripresa e pubblicazione in Internet delle sedute del Consiglio Comunale, da quanto si sente, non va secondo l’opinione dei cittadini.
    La cautela nell’informazione dei vertici comunali appare eccessiva vista la portata dell’intervento sul territorio delle opere relative al progetto MOTORCITY. Il progetto, una volta realizzato, non solo svilupperà un cambiamento epocale sul territorio sia di Vigasio che dei Comuni limitrofi ma causerà, per effetto, inevitabili conseguenze sulle quali, appare evidente, gli abitanti di Vigasio desiderano esporre il proprio pensiero.

  4. tom Says:

    quando i figli dei loro figli non troveranno nemmeno uno spazio verde per giocare, ne una fontana di acqua pura per dissetarsi..ma solo un immensa area purulenta di asfalto degradato, di macchine e tir, di gente allo sbando in cerca di sogni hitech, di aria irrespirabile…andranno tutti a pisciare sulle loro tombe ..altro che crisantemi e fresche viole

  5. daniele Says:

    non sono d’accordo sull’immobilismo edilizio ma non è questo il modo di proporlo. la lottizzazione è un affare che fa gola in molti, occhi aperti perchè dove girano i soldoni girano pure i gabbiani.

  6. Luca Viscje Brasil Says:

    E’ un comportamento assurdo di antidemocrazia.
    Un referendum consultivo per un progetto così importante è il minimo che si possa fare.
    E’ evidente che dietro a questa imponente colata di cemento, ci sono grossi interessi… RAGAZZI, NON MOLLATE, NON MOLLATE, NON MOLLATE.
    In bocca al lupo!

    Luca

  7. coscienza critica Says:

    Ragazzi, l’episodio è certamente sconcertante. Ma quale insegnamento possiamo trarre da questo e da altri mille soprusi? Quale soluzione? Io ho già una certa età e sinceramente mi sono proprio stufato di vedere e di subire atteggiamenti fascistoidi. Qui ognuno si fa le proprie leggi, lo avete capito, vero? E allora? Allora chi ci rimette è sempre la parte che non possiede le proprie leggi, cioè la gente comune. Allora io ho maturato un’idea che avevo lanciato dal mio blog (http://italianimbecilli.blogspot.com/2008/09/caro-beppe-grillo-ti-lancio-unidea.html), rivolgendomi direttamente a Grillo. Forse è l’unico modo per poter vivere in questo far West denoiantri.
    Coraggio! 🙂

  8. cristina Says:

    Questi amministratori stipendiati da NOI per difendere i NOSTRI interessi, che invece approffittano del loro ruolo per arricchire se stessi e gli amici degli amici, non si rendono conto che devastare il territorio con giganteschi centri commerciali è una scelta INCOSCIENTE, ANTIQUATA e CRIMINALE.
    La crisi mondiale è il segno evidente che il capitalismo d’assalto è arrivato al capolinea.
    il consumismo sfrenato ha fatto il suo tempo. Le risorse del pianeta non sono infinite. Quando l’ignoranza diventa così dannosa, bisogna bloccarne le folli decisioni con forza e determinazione! Bravi ragazzi!

  9. cristian Says:

    i nostri dipendenti che vogliono fuori dai coglioni i lori titolari??????qui la democrazia se ne è andata……….è brutto a dirsi……….ma se non riusciamo democraticamente a cambiar rotta,temo che ci sara presto la guerra civile!!!!!la gente è stanca di non contare piu nulla,e di farsi prendere per il culo.scusate lo sfogo…………..io sono con voi e con il mitico beppe…….a gennaio ci sara un meetuop in piu a imola….sto arrivando anchio……………ciao.

  10. antonio guidazzi Says:

    L’ UMANITA’ INCOLPEVOLE CHE LASCIA IL SEGNO INNOCENTE DELLA PROPRIA FISICITA’, NON ELABORA IL SENSO DELLA RICEZIONE E DEL VISSUTO, INDOTTA A PERCORRERE PISTE CONSUMISTICHE EDULCHERATE DALL’ APPORTO SAPIENTE E PREZZOLATO DI TESTE CANUTE.
    LA DEPRIVAZIONE DELLE CAPACITA’ SELETTIVE, DELLE RIFLESSIONI E DELLA PROGETTUALITA’ CREA MUTAZIONI NON PREVEDIBILI.
    QUOTIDIANAMENTE ED INCESSANTEMENTE I MEDIA DESERTIFICANO LA CONSAPEVOLEZZA DEL SE’ SOCIALE E DELLA COSCIENZA CRITICA ED I RISVOLTI TRAGICI DELLA POVERTA’ INTELLETTUALE SI LEVANO COME ACCUSA VERSO SPIRITI LIBERI CHE DEBBONO PROPORRE PROGETTI FATTIBILI PER DARE UN SEGNO ED UN FRENO .

    Scritto da: FRANCESCO MIGLINO segretario nazionale del partito internettiano | martedì 18 novembre 2008

  11. maurizio faccincani Says:

    dai si sa che vogliono speculare su terreni comprati da (amici di politici tendenzialmente di sinistra)
    prima volevano l’ospedale
    ora l’autodromo…
    non ci fossero..(monza imola misano mugello…)

    ma piantare un po di campi di pannelli di fotovoltaico NO???

    spendere i soldi in altro modo NO???

    son Maurizio faccincani…ho tolto l’acqua e il gas dalla gestione comunale e la do in mano ai privati…cosi il comune non ora non fa più utili e me ne vanto…

  12. giorgio Says:

    Che razza di gentaglia !! Se non fossi un pacifista direi che meriterebbero una “ripassata” a suon di legnate sui denti… Fatevi sentire e non mollate ! Il guaio è che pure i mass media locali se ne guardano bene dal sollevare la questione o perlomeno porsi delle domande. Siamo e saremo solo una massa di utili coglioni se non ci svegliamo definitivamente.

  13. elena Says:

    ciao a tutti sono elena di udine e ho conosciuto qualcuno di voi in occasione della visita a vedelago. ho letto sul blog di grillo cosa sta accadendo dalle vostre parti…. che dire…???? vi auguro in bocca al lupo per questa dura battaglia e vi saluto con affetto
    elena

  14. Opinione Demcratica Says:

    Come non si può ? Siamo andati a leggere lo Statuto del vostro Comune, dove si parla chiaramente di referendum consultivo e di tanti altri bellissimi propositi. Regolamenti e altre varie disposizioni non possono dissentire dallo Statuto e dalla Carta dei Servizi,la quale ultima esiste proprio in funzione, guarda caso , della trasparenza.

  15. Andrea Ferigo Says:

    Si deve andare in Consiglio Comunale con venti cinquanta cento telecamere…e quando ne sequestrano una se ne tira fuori un’altra, e così via, una dopo l’altra, senza comunicarlo loro, semplicemente ci si mette d’accordo..loro non molleranno mai noi neppure!!!! V come Vendetta, bombolette spray di colore rosso sui loro manifesti elettorali, scritte semplici e immediate tipo “Dimettetevi” “Lasciate L’Italia agli Italiani” “Fatevi processare, Buffoni”..quando cominciamo..O’Connolly leader irlandese diceva “..loro vi sembrano grandi perchè voi siete in ginocchio..ALZATEVI!!!”

  16. mamauri Says:

    Non posso farvi avere che la mia solidarietà e condividere lo sdegno per una casta politica sempre più arrogante e cialtrona. E la mia ammirazione per essere capaci di mettervi in mezzo. Auguri! m.m.

  17. carloreggiani Says:

    GRAZIE! Grazie a tutti!

    Siete TANTISSIMI! Ci state dando tantissima energia.

    NOI NON MOLLEREMO: ABBIAMO SOLO COMINCIATO!

  18. Genni Cannolicchio Says:

    fate una mini raccolta e compratevi una microcamera da incorporare negli occhiali e poi riprendete di nascosto il consiglio comunale. 🙂

  19. Paolo Marani Says:

    A cesena non succede molto di meglio… commissioni secretate (chiuse al pubblico) dove si parla dei malori di lavoratori in un grosso stabilimento dell’amadori, anche da noi problemi nel registrare le sedute… tutto il mondo è paese (di merda).

    Non smettete di lottare, sputtanateli tutti, se lo meritano in pieno

  20. nadia Says:

    …non male l’idea delle telecamere infinite… anche perchè ormai ho capito che con queste “entità ufo- unione furbetti italioti”(…dipendenti a volte mi suona irriverente nei confronti di noi lavoratori dipendenti seri…) non c’è alcuna possibilità di confronto…sono tutti uguali e parlano tutti la stessa lingua, dall’assessore del comune più piccolo ai furbastri che stanno incollati con le emorroidi sui loro seggioloni mimetizzati in troni…si pavoneggiano di essere stati eletti dai cittadini e diventano automaticamente dei re sole portatori di democrazia libertà prosperità…sempre solo e naturalmente la loro e voi…in questo caso vigasiani (si dice così?…) tanto bel cemento rumore e inquinamento che graveranno su chissà quante generazioni future…NON MOLLATE!!!!!!!!!!!!

  21. Verona Provincia Virtuosa » Prove di democrazia partecipata a Rovereto Says:

    […] che cambieranno i connotati del nostri territorio e della nostra società (quest’inverno il no della giunta Contri al regolamento per lo svolgimento di referendum cunsultivi a Vigasio per boicottare la richiesta di referendum di iniziativa popolare sul Motorcity/Autodromo; […]

  22. Verona Provincia Virtuosa » Vigasio a 5 Stelle Says:

    […] Vigasio è un comune che in questi anni ha proposto degli amministratori capaci di assumersi responsabilià importanti per tutta la provincia di Verona e di Mantova, ma contemporaneamente contrari a dare trasparenza al loro agire e di far partecipare i cittadini. […]

  23. La paura dei Referendum | Vigasio5Stelle Says:

    […] in passato l’attuale amministrazione ci aveva dato dimostrazione di essere un pochino  allergica alla parola REFERENDUM . Sarà sicuramente un caso ma a Vigasio la scelta degli spazi destinati dalla giunta comunale […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: