Internet: strumento di democrazia e partecipazione

by

L’informazione è la base della democrazia, l’accesso all’informazione deve essere un diritto e una priorità per il nostro comune.

A Villafranca città e nelle frazioni ci sono ancora problemi per avere l’ADSL e dove c’è spesso non raggiunge le velocità nominali (7Mbs) . Nella frazione di Rizza ci confermano che non c’è più posto neanche per nuove linee telefoniche. Ad Alpo la situazione è vicina alla saturazione (e ci sono tutte le nuove palazzine ultimate proprio in queste settimane e molte in costruzione).

Avevamo già parlato con l’assessore Zamperini: ci ha confermato il suo impegno ad informarsi della situazione delle centrali Telecom nel nostro comune e se si poteva eventualmente creare un qualche sistema, per supplire alle mancanze di collegamento fisico con il wireless.

La possibilità e la facilità di installare una linea internet e di accedere quindi alle informazioni deve essere garantita sia al cittadino residente in centro città sia nelle frazioni; inoltre dobbiamo creare degli spazi pubblici con accesso gratuito per i cittadini (a partire da parchi, sale civiche, impianti sportivi, associazioni).

Internet è gia oggi lo strumento di comunicazione del nostro presente e lo diventerà sempre di più.

La politica decide ogni giorno della nostra vita: può far costruire un inceneritore o creare una pista ciclabile. Le scelte dei nostri “dipendenti” non devono cadere sulle nostre teste: internet è lo strumento che ci permette di essere informati e di seguire cosa succede nel nostro territorio direttamente da casa.

Qualcosa in questi mesi lo abbiamo ottenuto: il gruppo “Amici di Beppe Grillo“, grazie alla disponibilità del sindaco e del SIC (reparto informatica del comune), ha ottenuto l’abilitazione di un accesso internet direttamente nella sala consigliare: verrà utilizzata per fare “Live blogging” (cioè descrivervi cosa succede durante i consigli e in tempo reale) e magari dirette video delle sedute del consiglio sulla nostra WebTV.

Auspichiamo quindi che anche il Comune utilizzi questo strumento in maniera più efficace, per aumentare e completare il modo di rapportarsi con i suoi cittadini: l’aggiornamento del portale web deve essere puntuale e con contenuti utili alla partecipazione, a partire dalla convocazione dei consigli comunali nella home page di http://www.comune.villafranca.vr.it.

I consigli comunali continueranno ad essere registrati e pubblicati sul nostro blog, se possibile anche in tempo reale, perchè siamo fermamente convinti che questo sia un servizio molto importante per noi cittadini e che è una modalità efficace per riportare l’interesse di tante persone su come viene amministrata questa nostra città.

Simone Bernabè

PS: il prossimo consiglio comunale sarà verso metà settembre.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , ,

8 Risposte to “Internet: strumento di democrazia e partecipazione”

  1. Roberto Says:

    le vostre centrali cono state appena cablate dalla Telecom per l’ADSL come daltronde potete verificare voi stessi nel sito http://www.wholesale-telecomitalia.it “sotto accesso a banda larga” e poi “ADSL Wholesale flat ad accesso singolo- tutte le velocità”.

    cercate ADSL su piattaforma ethernet e verificate… se nn sbaglio siete stati coperti con la 20 Mega…

    Saluti

    Cailotto Roberto

  2. Andrea Says:

    Oggi mi è arrivato TARGET a casa e l’ho letto attentamente … mi sembra proprio che tutto quello che state seminando stia portando un po’ di scompiglio in giro … BRAVI.

  3. Andrea Says:

    Vorrei rispondere a Roberto. il link che dici tu è questo:
    http://www.wholesale-telecomitalia.it/cgi-bin/wholesale.dll/wholesale/jsp/DoGeoLocDetailAction.do?codidbre=005293&centrale=VILLAFRANCA DI VERONA&copertura=02
    Peccato che l’indicazione sia altamente generica. Potrei farti un sacco di esempi pratici dove clienti che hanno chiesto i 20 MB a malapena riescono a fornire i 7mb, che poi vanno a 4 !!! Inoltre TELECOM fa fatica anche a garantire una banda minima … Ovviamente qui a Villafranca

  4. Andrea Says:

    Scusa ma il link precedente postato non funziona: quello corretto è questo
    http://www.wholesale-telecomitalia.it/cgi-bin/wholesale.dll/wholesale/jsp/DoGeoLocDetailAction.do?codidbre=005293&centrale=VILLAFRANCA DI VERONA&copertura=02

  5. Simone Bernabè Says:

    Beh a me non puo’ che fare piacere il fatto che ne esca un po’ di scompiglio.
    Siamo qui proprio per questo, dobbiamo cambiare il modo di fare politica e dobbiamo riportare l’interesse dei cittadini sul loro comune.
    Sono convinto che ci servono tante persone volenterose quindi rinnovo l’appello per chiunque abbia voglia di cambiare le cose aderendo al nostro programma e al nostro gruppo.

  6. carloreggiani Says:

    Non bastano le centrali telecom abilitate per vere una connessione decente (per chi ce l’ha, ovviamente).

    Qui all’Alpo per esempio siamo collegati alla centrale di Dossobuono (campi sportivi) e siamo quindi al limite dei 3 km di una linea adsl (il sono a 3.5 km con ben 54db di attenuazione!).

    Sul Meetup abbiamo iniziato a nserie i dati reali delle nostre adsl: ci date una mano a capire come funziona internet a Villafranca e dintorni? Ecco il lnk: http://beppegrillo.meetup.com/482/messages/boards/thread/4738458/0#17902863

  7. Roberto Says:

    X Andrea…
    Beh… vieni a fare un giretto per Lugagnano di Sona…. vedrai a noi quanto comodo farebbe una 20 Mega anche se va a 7…….

    Qua, se ti va di lusso (e ripeto: SE TI VA DI LUSSO) hai una misera ISDN doppio canale…

    Accontentarsi caro mio… accontentarsi….
    Solo per il fatto che sulla vostra centrale si sia portata la FO, è già un enorme passo avanti….
    Noi siamo rimasti alle valvole….

  8. Roberto Says:

    Dimenticavo di dire un’altra cosa: la banda minima c’è ed è quella stabilita dal Servizio Universale delle comunicazioni.
    In parole povere Telecom è obbligata da una convenzione stipulata con lo Stato Italiano, a portare una connessione dati con velocità MINIMA (MCR) pari a 33Kbit/sec (altra chicca: questo paragrafo non è attuabile quando ci siano MUX o UCR in linea…altrimenti son dolori).

    Stando a quanto detto, se voi avete una 20 Mega che va a 640k, voglia o non voglia, Telecom potrebbe pure rispondere picche poichè non viola nessuna clausula e nessun contratto.

    Pultroppo questa è la normativa vigente, e lo stato non può far nulla, se non aggiornare il decreto universale e portare quella misera soglia dei 33k a qualcosa di veramente più concreto (che ne so, 80% del PCR dichiarato con un minimo di 2 Mbit per tutti)….

    Ma qui si sa, si è in Italia, e queste cose non si fanno…..

    Cordialità….

    Roberto Cailotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: