Magalini, nuove da Giorgetti

by

L’assessore regionale Giorgetti ha dato nuove direttive per il futuro dell’ULSS 22. In un articolo de “L’Arena” l’esponente di AN ha affermato che il polo a due gambe è troppo costoso e che il baricentro dell’azienda sanitaria si sta spostando più a sud grazie e soprattutto alla futura presenza dell’autodromo. In conclusione sembra che Giorgetti abbia indicato in Villafranca (o subito a sud della città) la posizione per l’unica gamba di questo polo.

Riassunto delle ultimissime puntate precedenti (che noi abbiamo seguito finora):

  1. La regione devia dei fondi destinati al Magalini di Villafranca su Borgo Trento
  2. Il consiglio comunale di Villafranca vota all’unanimità una mozione per avere spiegazioni e rassicurazioni sul futuro dell’ospedale Magalini
  3. Noi scoviamo una delibera della giunta regionale in cui viene delineato un futuro diverso per il Magalini e per l’ospedale di Busslengo; l’idea sarebbe di sostituirli con un unico polo vicino al futuro autodromo (quindi non a Villafranca e non a Bussolengo), realizzato magari in project financing come il nuovo ospedale di Mestre
  4. Il comitato per la riapertura dell’ospedale chiede una presa di coscienza dei problemi legati al Magalini e a maggior attivismo della popolazione Villafranchese.
  5. Articolo su L’Arena con le dichiarazioni di Giorgetti sul futuro polo unico e la risposta dell’assessore Sandro Sandri (suo collega in giunta) che assicura che i soldi spesi per il Magalini finora, non sono stati buttati in quanto il Magalini avrà un futuro (cita l’esperianza padovana di sistema a due gambe)

E adesso cosa succederà? Cosa si devono aspettare i cittadini? Come verranno spesi i NOSTRI soldi? E come verranno utilizzati i soldi che abbiamo già speso per il Magalini e per l’ospedale di Bussolengo?

A sentire Sandri il polo a due gambe costa come un unico ospedale, solo che da anni il polo ha solo una gamba e mezza. L’incendio ha reso la situazione solo più drammatica. Sandri aggiunge che potremmo continuare con questa situazione ancora per 20 anni, cioè aspettando che la gamba che non riceve fondi si atrofizzi così non devono decidere. Cioè il continuo temporeggiare che tuttora stanno portando avanti con questo rimpallo di responsabilità/decisioni.

La politica continua il balletto delle dichiarazioni contrastanti e noi continuiamo ad aspettare servizi degni di una città di 32.000 abitanti ai piedi di un aeroporto!

Lorenzo Serpelloni

PS: gli ospedali della ULSS 22 stanno già sparendo! Sicuramente dagli elenchi del telefono!!!!

Annunci

Tag: , , , , , , ,

3 Risposte to “Magalini, nuove da Giorgetti”

  1. paolo martari Says:

    Ringrazio il vostro gruppo per l’attività che svolgete.
    Oggi alle 12.30 il centrosinistra comunale farà una conferenza stampa da Fantoni su due temi: la discarica di Caluri e l’ospedale Magalini.
    Sul primo presenteremo la mozionoe elaborata negli ultimi giorni, chidendo una chiara presa di posizione del sindaco e della giunta, che avevano promesso di venire in consiglio ad aprovare una variante al PAQE, vincolativa dell’area di caluri, a tutela del sito estremamente fragile. Oggi, se è vero che c’è stata una approvazione tecnica della CTRA, la Giunta ha tutto il potere e le conoscenze per valutare negativamente la richiesta della ROPE. Serve quindi capire se la Giunta regionale vuole o meno prendere in esame la fragilità del sito. E quinid, se la Giunta comunale vuole incidere in tal senso.

    Sull’ospedale, non possiamo tacere di fronte alle dichiarazioni dell’assessore Giorgetti.
    La nostra posizione è chiarissima: nel 2003 ritenevamo che il migliore investimento del denaro pubblico sarebbe stato fatto programmando (e progettando) un nuovo ospedale fuori dal centro storico di Villafranca. IN tal caso la soluzione del project financing avrebbe avuto una sua logica condivisibile.
    Assunta l’amministrazione del comune, la Regione (che – ricordo – è l’unico Ente competente in materia sanitaria) impose la realizzazione del così detto “polo a due gambe”.
    In questa operazione, che non condividevamo in termini strategici, la Regione ha speso ormai decine di milioni di euro. Si tratta dei nostri soldi!
    Ponendoci in modo assolutamente corretto sotto il profilo istituzionale, ci siamo adoperati per sostenere l’attività del commissario Canini e dell’ULSS 22.
    Ora scopriamo che la Regione toglie 32 Milioni di euro da Villafranca per girarli su Borgo Trento.
    In consiglio comunale abbiamo proposto una mozione (poi tradotta in un testo unitario, che accoglie tutte le nostre conclusioni)che richiama la Regione al rispetto dei programmi dichiarati, imponendo una tempistica che entro fine ottobre dovrà avviare la procedura di appalto del nuovo pezzo di ospedale e, al contempo, l’ULSS dovrà deinire puntualmente come insediare i reparti previsti (dalla Regione stessa nelle apposite schede programmatiche).
    Noi abbiamo imposto la tempistica.Ed abbiamo richiamato la Regione alla sua responsabilità.
    Ora il centrodestra deve dimostrare di far valere la “filiera politica” di cui si vantano, rispettando quanto deliberato dal consiglio.
    La dichiarazione estiva di Giorgetti lascia basiti.
    Dove è stato Giorgetti in questi anni? Non sedeva forse in Giunta? Non ha condiviso le linee programmatiche del Presidente Galan e degli assessori Tosi e Martini, oggi confermate dall’assessore Sandri?
    In coerenza con quantoi abbiamo fatto sinora, riteniamo che la regione debba rispondere alle esigenze concrete di Villafranca ed alle attese della gente.
    Deve quindi procedere con l’appalto della nuova ala dell’ospedale Magalini e deve insediare i reparti programmati, assumendo il personale idoneo, sia medico che paramedico.
    Se non lo farà dovranno dimettersi i responsabili.
    Dovrà definire una nuova programmazione regionale.
    Deve dire a Villafranca che per altri 5 anni non ci sarà seervizio sanitario.
    Deve dire a Bussolengo che si è sbagliata e che il loro nosocomio sarà destinato ad altro.
    Deve dire agli abitanti dell’alto lago che non avranno presidi più vicini di Verona.
    Deve dire che predilige la sanità privata a quella pubblica.
    Deve, in altri termini, ribaltare tutto quanto sinora ha detto e fatto.
    Deve spiegare che i soldi pubblici vengono gettati dalla finestra, in base a mere esigenze elettoralistiche.
    Deve infine dire che la nostra visioine strategica era corretta sin dall’inizio, smentendo i suoi rappresentanti politici locali (e regionali).
    A quel punto, solo a quel punto, iseramente prenderemo atto ancora una volta del fallimento della politica, che decide sulle nostre teste in ragione di logiche antieconomiche e dannose, in barba ai bisogni veri della gente.
    A quel punto il comune di villafranca comunque dovrebbe essere pronto a individuare un lotto confacente al nuovo ospedale, che per reggersi in project financing dovrebbe comunque gestire servizi non sanitari (come succede nel magnificato ospedale di Mestre).
    Noi saremo pronti a prendere in esame quello scenario, sostenendolo se ci sarà bisogno, che ci indignerà per lo spreco nel frattempo avvenuto, che forse ci darebbe soddisfazione politica, ma che avrebbe amareggiato tutti gli anziani, le famiglie, i pazienti, gli utenti che nel frattempo si saranno rivolti altrove.
    Ma, credo, a quel punto Giorgetti non sarà più assessore regionale, e noi ci saremo stufati di pie illusioni e false promesse.
    Cordialmante
    Paolo martari, cons. com. PD

  2. Elìa Says:

    Caro Paolo,
    va rivendicato SUBITO l’ex-Magalini funzionante! Sarà ascoltata la mozione “unitaria” del Consiglio comunale per il ripristino della funzionalità entro ottobre? O farà la fine di altre mozioni rivolte all’ULSS22, come quella sull’ambulanza nei fine settimana?

    … e SUBITO la programmazione e la progettazione del polo UNICO in un sito idoneo per viabilità e tranquillità (in proposito Zanolli nel 2005 aveva già segnalato alla Regione tre possibili siti -secondo me, quello più idoneo dovrebbe essere vicino alla progettata Grezzanella o alla Mediana, a sud del capoluogo, non importa se entro i confini-) Spero ancora che nello schieramento politico al quale tu appartieni si punti a rivendicare ciò che tu dici, ma con decisione senza vincoli per TIMORI ELETTORALI, in passato avevo già criticato questo modo d’agire. Quando si lotta per il BENE degli AMMALATI la politica dev’essere intransigente, perciò da tempo mi addolora il fatto di essere rimasto, fin dal convegno sul Futuro dell’ospedale svoltosi a Nogarole del luglio 2005 -presenti Zanolli, Paolo Tovo e i consiglieri regionali di centrosinistra-, tu non eri presente).
    Per me non dispiace se Giorgetti (magari con il nostro Supermario) adesso assume una posizione decisa (che invece fu abbandonata per opportunismo politico da chi, Bazzoni e Gava, l’aveva sostenuta nel 2004), Pertanto credo che sarebbe utile attaccare non lui, ma la posizione della Lega che per campanilismo politico difende evidenti e vistosi “spechi” sull’Orlandi, con lo scopo di appoggiare il comune governato da loro. Inoltre critico da sempre il provincialismo deleterio e opportunista pro “ospedaletto” dei vari Maurizio Facincani, Gaetano Zoccatelli, Paolo CERIONI, Lucio Cordioli e purtroppo anche il silenzio di Nicola Terilli)

    ORA tutti -in modo trasversale- dobbiamo far valere la programmazione regionale decennale delle strutture ospedaliere D.G.R. 77/2004 (posteriore alla CAMPANILISTICA delibera 3223/2002 -del polo a due gambe, antecedente al ROGO-) predisposta dall’ex assessore alla sanità Fabio Gava, in quella delibera la Regione s’impegnava a co-finanziare con 48 mln un project financing per il Polo unico entro il 2012 (di tutto ciò sono a conoscenza i consiglieri Bonfante e Franchetto).
    Il Commissario Canini aveva pensato il recupero dell’ospedale bruciato (con sale operatorie “mobili” di emergenza) in modo da poterlo destinare ad altri usi, appena fosse operativo il “nuovo” moderno ospedale DISTRETTUALE (dobbiamo pensare alle esigenze di tutti i comuni del distretto sanitario n. 3).

    Che sia la volta buona? La speranza è ultima a morire
    Elìa

  3. Elìa Says:

    …. dopo la presa di posizione dei sindaci di Isola ed Erbè pro Polo ospedaliero UNICO, ecco il contrattacco del sindaco di Bussolengo (Lega) su L’Arena di ieri :
    Macché Polo UNICO e …. avanti con lo SPRECO di denaro PUBBLICO pro Polo a 2 gambe! e via a spiegare dati di spesa ipotetici e GONFIATI a difesa dell’Orlandi, senza obiettività sulla precarietà di un ospedale senza futuro e del deprecabile sito ove si sono già SPRECATI tanti soldi.

    A questo punto il silenzio di Supermario diventa assordante: è in vacanza? o pensa che sia meglio non sbilanciarsi e lavorare senza proclami in Regione?

    A questo punto mi chiedo se in regione ci sarà qualche politico ONESTO che vorrà riproporre la riduzione delle ULSS veronesi da 3 a 2: una a nord e l’altra a sud della provincia.
    Così Bussolengo si confronterà con i 2 grossi ospedali privati a nord della statale n. 11 e
    noi ci togliamo dai piedi un “apparato partitico che difende spudoratamente” la propria posizione per opportunità clientelari.

    Nel maggio 2004 ero presente alla Conferenza dei sindaci dell’Ulss22 quando si votò pro POLO UNICO del sud-ovest: in quell’occasione il sindaco MAZZI -pimpante pe la fresca elezione nelle fila della Lega- VOTO’ a FAVORE. In città successe il finimondo e poi in Consiglio comunale si beccò le critiche di quasi tutti i consiglieri!
    Mi pare che lui in risposta si scusò dicendo che l’impegno elettorale non gli aveva fatto valutare sufficientemente le conseguenze di quella votazione per le sorti di Bussolengo.
    Da allora cambiò radicalmente la sua posizione.

    Alla nostra comunità BISTRATTATA, basta un ospedale da 226 posti letto, ma autonomo da Bussolengo e autosufficiente in un posto idoneo per viabilità, silenzio ambientale e parcheggi! (e il Magalini può essere ceduto ai privati per una centro riabilitativo o un casa di riposo!)

    Elìa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: